Marco Melandri, ex pilota MotoGp:
«Contagiato apposta senza vaccino»

Sabato 15 Gennaio 2022
Marco Melandri, ex pilota MotoGp: «Mi sono contagiato apposta per fare il vaccino. E Djokovic non ha colpe»

Marco Melandri prima ha detto di essere stato contagiato da qualcuno che aveva ricevuto due dosi di vaccino, èpoi ha confessato di essersi fatto contagiare volontariamente. L'ex pilota di MotoGp, 39 anni, di Ravenna, ha detto di avere agito in questo modo per evitare di farsi vaccinare. Lo riporta in una lunga intervista il magazine Mow.

“Ho preso il virus - ha detto - perché ho cercato di prenderlo, e, al contrario di molti vaccinati, per contagiarmi ho fatto una fatica tremenda ...  mi sono dovuto contagiare per necessità, dovendo lavorare e non considerando il vaccino un’alternativa valida ... per me il green pass era e rimane un ricatto: lo userò solo per lavoro e se devo accompagnare mia figlia. Sono disposto a utilizzarlo solo per lo stretto necessario”.

 

Nei giorni scorsi il pilota aveva invece detto di essersi contagiato casualmente.

Nell'intervista il romagnolo non torna invece sulle polemiche con Selvaggia Lucarelli e difende Novak Djokovic "che non ha colpe”

Marco Melandri fa retromarcia

«Per una battuta ironica è uscita una tempesta... Mi spiace ma non lo ho contratto volontariamente e non sono stato a contatto con un positivo..». Così Marco Melandri, su Instagram, fa retromarcia rispetto alle sue precedenti dichiarazioni secondo le quali aveva «cercato di prenderlo e per contagiarmi ho fatto una fatica tremenda». «Scherzando dissi - prosegue l'ex pilota nel suo post - 'se sarò positivo sarà per necessità cosi avrò il Green Pass'».
 

 

Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio, 09:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA