Moto, Pirro ok dopo l'incidente:
domani già in moto sul circuito

Sabato 2 Giugno 2018
«Sono stato fortunato che non mi sono fatto nulla di grave, ma vi assicuro che trovarsi senza freni alla staccata della San Donato non è una cosa bella». - Michele Pirro, ancora ricoverato all'ospedale di Careggi a Firenze a seguito del pauroso incidente di cui si è reso protagonista nel corso della seconda sessione di prove libere del Gran premio d'Italia di MotoGP al Mugello, è intervenuto in diretta telefonica oggi pomeriggio a Sky per rassicurare tutti delle sue buone condizioni fisiche: «Spero non mi ricapiti più una cosa del genere - ha spiegato il pilota pugliese - Quando mi sono accorto che non stavo frenando mi sono attaccato a tutto quello che avevo utilizzando il freno posteriore e 'pinzandò l'anteriore per riportarlo in pressione. Forzando troppo sulla leva dell'anteriore mi si è bloccata la ruota davanti e sono stato catapultato in aria. Ricordo perfettamente che mi sono alzato in volo e poi più niente fino al risveglio in ospedale. Se sarebbero necessarie delle modifiche alla pista? Di sicuro col raggiungimento di queste velocità quel tratto è diventato pericoloso perché lì decolli con la moto. Ho anche chiesto al dottore perché non mi venisse permesso di disputare oggi le qualifiche, ma lui mi ha fatto vedere che avevo un occhio gonfio come una melanzana e poi mi ha spiegato che in caso di un'altra caduta sarebbero potute sopraggiungere delle complicazioni. Oggi sono ancora in osservazione ma già domani dovrei essere in pista». Non a correre, ma in visita al suo team.
  Ultimo aggiornamento: 17:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA