In Austria big in difficoltà
si salva solo Quartararo

Venerdì 14 Agosto 2020 di Flavio Atzori
Fa caldo a Spielberg, in Austria, anche se nel pomeriggio di venerdi di prove libere, la pioggia ha rovinato i piani di piloti e squadre. Il termometro è dato da un quadro così equilibrato da presagire un sabato di qualifiche, ma sopratutto una gara, con tanti potenziali protagonisti. Sì perchè tra conferme, graditi ritorni, e sorprese, il venerdi al Red Bull Ring ha portato in cima alla classifica aggregata una Ktm. Stavolta però non c’è lo zampino di Brad Binder, il rookie vincitore a Brno, ma quello di Pol Espargaro. Polyccio chiude in vetta al mattino - con Miller primo nelle inutili prove sul bagnato del pomeriggio - davanti ad Andrea Dovizioso. 

PROTAGONISTI DIETRO
Qui al Ring, il forlivese ha compiuto due delle più belle gesta della sua carriera, e proprio qui può decidersi il suo destino mondiale, oltre che il proprio rapporto con la Rossa, che verrà deciso dopo la doppia trasferta qui in Stiria. Per un Andrea ritrovato ecco un filotto di grandi firme che, causa pioggia nel pomeriggio - e previsioni funeste per le crono - dovranno verosimilmente passare per la tagliola della Q1 quest’oggi. Si tratta, nell’ordine, di Vinales, Petrucci, Rossi e Crutchlow, tutti fuori dalla top ten. Chi è invece rientrato per il rotto della cuffia è Fabio Quartararo, con il decimo crono. Meglio del leader mondiale ha fatto il compagno di box Franco Morbidelli, quinto. Attenzione anche alle mine vaganti Nakagami e Rins, rispettivamente terzo e quarto, a conferma dell’imprevedibilità di una stagione 2020 con valori in campo talmente vicini, da poter ribaltare qualsiasi pronostico. Quel che è certo, è che quest’oggi si porranno le basi per una corsa, dai mille risvolti, anche per la classifica generale. In attesa del ritorno di Marc Marquez. 

  Ultimo aggiornamento: 23:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA