Olimpiadi, l'83% degli italiani
vota per Milano-Cortina

Sabato 6 Aprile 2019
In Italia l'83% degli intervistati è favorevole a ospitare i Giochi invernali a Milano-Cortina nel 2026. Rispetto ai sondaggi di ottobre, sono in crescita i dati delle nuove indagini commissionate dal Cio, illustrati da Octavian Morariu, il capo della commissione di valutazione al termine dell'esame della candidatura italiana. A Milano si è registrato l'87% a favore delle Olimpiadi, il dato più alto mai registrato in un sondaggio del Cio, secondo quanto viene fatto notare. In Veneto il gradimento è all'83%, in Lombardia all'81%.

Nei sondaggi condotti in Svezia sull'altra candidatura in corsa, Stoccolma, i favorevoli sono al 53%, in crescita rispetto al 49% delle indagini presentate a ottobre a Buenos Aires. All'epoca il gradimento per Milano-Cortina era all'83% nelle città, con una tendenza positiva già allora confermata a livello regionale in Lombardia (71%) e Veneto (82%). «Dovunque siamo andati ci siamo sentiti benvenuti - ha detto Morariu nel suo discorso a conclusione della visita nei siti della candidatura italiana, iniziata lunedì a Venezia -. E la presenza di tutti gli stakeholder è la prova dell'unità che è sempre necessaria per lo sviluppo e il successo di una candidatura». 

Dal Cio un regalo al Coni: il biglietto di Cortina 1956
Un biglietto originale, incorniciato, delle Olimpiadi invernali 1956 per accedere allo Stadio della Neve di Cortina ad assistere alla staffetta 4x10 km di sci di fondo. È il dono consegnato al presidente del Coni, Giovanni Malagò, da Octavian Morariu, il capo della commissione di valutazione al termine dell'esame di Milano-Cortina. Un regalo significativo, si augura chi lavora alla candidatura italiana per i Giochi invernali 2026, ricambiato da Malagò con la replica di una medaglia d'oro delle Olimpiadi di Roma 1960. «Avete vissuto la tipica atmosfera italiana, la nostra filosofia e la nostra mentalità. Ma ricordate la parola 'serietà' - ha detto Malagò, rivolto ai commissari del Cio -. La gente della Lombardia e del Veneto sono la locomotiva d'Italia dall'inizio della storia repubblicana. Da cittadino romano da diverse generazioni, riconosco che Milano ha un altro passo, rispetto alle città italiane ma anche rispetto ad altre europee». Morariu ha voluto ringraziare per l'ospitalità il Coni, il Comitato paralimpico, i rappresentanti del governo, delle regioni, il team di Milano-Cortina, e gli atleti testimonial, riferendo «i migliori auguri e il ringraziamento per l'eccellente lavoro» da parte del presidente del Cio, Thomas Bach.
Ultimo aggiornamento: 13:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA