Alla Scandone il Settebello del futuro con Christian Presciutti

Il 2024 si tinge di azzurro con il raduno a Fuorigrotta

Christian Presciutti, classe 1982
Christian Presciutti, classe 1982
di Diego Scarpitti
Giovedì 4 Gennaio 2024, 18:49
3 Minuti di Lettura

Inizio clorato. Fino a domenica 7 gennaio la Scandone ospita il raduno della Nazionale maschile under 19. Indosseranno la calottina ben 35 elementi, pronti a mettersi in luce e a convincere il tecnico Christian Presciutti, assistito da Daniele Cianfriglia e coadiuvato da Riccardo Tempestini, coordinatore delle squadre giovanili.

Il 2024 si tinge di azzurro. «Iniziamo il nuovo anno con questa avventura. Sono onorato di essere il selezionatore di questa Nazionale», spiega il successore di Roberto Brancaccio. «Il compito è costruire atleti che un giorno indosseranno la calottina del Settebello maggiore», auspica fiducioso Presciutti. «Il gruppo è numeroso, ci sono tanti ragazzi. A tutti va data una possibilità», osserva il plurititolato classe 1982. «Ho chiesto ai ragazzi di mettermi in difficoltà nelle scelte», ammette l’allenatore della Rari Nantes Salerno.

Potenziale e prospettive. «E’ una preparazione in vista degli impegni estivi.

Il calendario pallanuotistico è davvero impegnativo. Non c’è cosa più bella di vestire questi colori», argomenta il selezionatore azzurro.

Scandone Polo federale. «E’ un grandissimo centro, è il tempio della pallanuoto. E’ importante averla a disposizione. Abbiamo ricevuto grande disponibilità dal direttore Luca Piscopo e dal suo vice Filippo Massimo Gomez. E’ un impianto fantastico per la crescita dei ragazzi», tiene a precisare soddisfatto Presciutti

Dal calcio alla pallanuoto Napoli chiama Buenos Aires: primo banco di prova i Mondiali dal 2 all’8 luglio. «Bello questo legame che si rinnova, una tradizione collaudata. E’ l’inizio di un percorso, seguiranno altri collegiali. Il talento può nascere ovunque. Dovremo essere bravi a scovare talenti in tutte le regioni d’Italia. C’è entusiasmo e voglia di far bene, con l’idea di dare tutto per questi colori».

Olimpiadi di Parigi (27 luglio-11 agosto) e non solo. Il 2024 è l’anno dei grandi appuntamenti internazionali: gli Europei a Zagabria e Dubrovnik, in Croazia (4-16 gennaio), e i Mondiali a Doha, in Qatar (4-17 febbraio). «Avverto sensazioni positive. Quando si tratta dei cinque cerchi, il Settebello si trasforma», dice l’oro mondiale a Shanghai 2011, l’argento a Londra 2012 e il bronzo a Rio 2016. «Sono il primo tifoso del Settebello. Sono convinto che i ragazzi si qualificheranno e faranno una grandissima estate. Grinta ed età giusta, gruppo affiatato con un grande condottiero (Sandro Campagna). Un esempio per andare avanti», conclude Presciutti (nella foto di Gianluca Madonna).

© RIPRODUZIONE RISERVATA