Ortigia-Salerno, si gioca a Catania per i disagi impiantistici alla Caldarella

Varia anche l’orario. Fischio d’inizio anticipato alle ore 14.45 (anziché alle 15)

Il siracusano Valentino Gallo, ex di turno
Il siracusano Valentino Gallo, ex di turno
di Diego Scarpitti
Venerdì 2 Dicembre 2022, 21:24 - Ultimo agg. 22:18
3 Minuti di Lettura

Mal comune mezzo gaudio. I problemi impiantistici attanagliano siciliani e campani. E così per la settima giornata di A1 la sfida tra Canottieri Ortigia e Check up Rari Nantes Salerno, prevista inizialmente alla Paolo Caldarella, sarà disputata alla piscina comunale di Nesima a Catania. Varia anche l’orario. Fischio d’inizio anticipato alle ore 14.45 (anziché alle 15).    

Caldaie mal funzionanti. Il mancino siracusano Valentino Gallo (nella foto di Gianluca Madonna) ritroverà i suoi ex compagni. Intanto dalla Simone Vitale nessuna buona nuova. Ancora itineranti capitan Michele Luongo e soci, nel tentativo di allenarsi nel migliore dei modi. Il tour clorato ha interessato la Scandone, il Molosiglio con la Canottieri Napoli, Santa Maria Capua Vetere e la Nicodemi, piscina quest’ultima di dimensioni non regolamentari per la pallanuoto.

Cinque vittorie di fila per la compagine di Stefano Piccardo, fermata soltanto dalla Pallanuoto Trieste (15-8). «Trasferta impegnativa contro una formazione che da diversi anni è tra le prime cinque del campionato», spiega alla vigilia il tecnico Matteo Citro, che invita i suoi alla concentrazione. «Dobbiamo dimenticare la difficile situazione che abbiamo ormai da venti giorni con la Vitale chiusa e fare una partita di grande determinazione e cuore», avverte il coach salernitano classe 1981. 

«Andare a giocare in Sicilia non è mai facile», osserva il difensore Carlo Sanges. «I biancoverdi sono una squadra giovane con dei pilastri importanti, il primo è il portiere Stefano Tempesti: una leggenda», tiene a precisare il classe 1997. «L’Ortigia merita di occupare il posto che ha in classifica». Seconda in coabitazione con Brescia e Savona. «Ha appena giocato in Euro Cup contro i biancorossi e tornano a casa con una sconfitta per 7-2».

Desiderio di immediato riscatto per il club presieduto da Martino Maurizio Abela. «Questo rappresenta un’arma a doppio taglio, sicuramente avranno voglia di rivalsa e fame agonistica», ricorda Sanges. «Dobbiamo cercare di fare la nostra partita senza paura», conclude il pallanuotista giallorosso numero 4.

© RIPRODUZIONE RISERVATA