Salernitana, Castori e l'Atalanta:
«Ribery c'è, fidatevi ci salveremo»

Venerdì 17 Settembre 2021 di Enrico Vitolo
Salernitana, Castori e l'Atalanta: «Ribery c'è, fidatevi ci salveremo»

È stata la settimana più complicata, che la Salernitana dovrà provare a ribaltare con una grande prova sabato sera contro l'Atalanta per cercare così di conquistare i primi punti della stagione e ripartire con ancora più entusiasmo: «L’assetto può contare ma non è tutto in quanto ciò che conta è l’atteggiamento, bisogna avere la giusta attenzione e i requisiti fondamentali per poter far funzionare un modulo. I panni sporchi si lavano in casa, come in ogni buona famiglia, non metto in piazza i problemi. La prima partita l’abbiamo fatta benissimo, le altre due le abbiamo perse contro squadre forti ma il 4-0 di Torino ci umilia - ha detto Fabrizio Castori nella conferenza pre partita -. Ai tifosi dico che noi ci salviamo, fidatevi. In tanti mi fermano per strada e mi chiedono, non mi piace vantarmi. Ricevo tante testimonianze di affetto, esortazione a tirare dritto, ripagherò la fiducia».

Domani sera contro l'Atalanta potrebbe già scoccare l'ora di Ribéry dal primo minuto: «Potrebbe essere. Un giocatore quando arriva e non è pronto bisogna dargli tempo di entrare in condizione, a Torino ha fatto mezz’ora ma domani potrebbe fare di più, solo così gradualmente può arrivare alla migliore condizione possibile».

Per la gara dell'Arechi sarà nuovamente disponibile Jaroszyński, convocato anche Gondo tesserato nelle ultime ore dopo la risoluzione dei problemi burocratici (out ancora Capezzi oltre ai vari Aya, Veseli e Ruggeri): «Gondo si completa con tutti gli attaccanti, sono contentissimo, ha caratteristiche diverse da altri attaccanti, sarà preziosissimo - dice ancora Castori -. L’infortunio di Capezzi non è così grave da metterlo fuori causa per tanto tempo, la prima diagnosi non è pessimistica, speriamo si riprenda il prima possibile. Abbiamo fiducia nei mezzi che abbiamo per poter risalire la china. L’assenza di Ruggeri? Dispiace, era uno dei più in forma, stava sorprendendo tutti gli addetti ai lavori. Adesso è il tempo di Ranieri o Jaroszynski, che è reduce da un infortunio, valuterò domani all’ultimo se sarà disponibile o meno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA