Salernitana, sospiro di sollievo:
Gyomber e Coulibaly verso il ritorno

Lunedì 11 Ottobre 2021 di Alfonso Maria Avagliano
Salernitana, sospiro di sollievo: Gyomber e Coulibaly verso il ritorno

Mama c'è, Norbert pure, mentre a sinistra potrebbe tornare utile la duttilità di Jaroszynski. Dopo la domenica di riposo, oggi la Salernitana riattacca la spina e comincia la settimana che conduce allo scontro diretto sul campo dello Spezia. Vero, Castori non avrà a disposizione i Nazionali di rientro tra domani e dopodomani ma la testa sarà tutta rivolta allo scontro salvezza di sabato.

Buone notizie dall'infermeria per quanto riguarda Gyomber e Mamadou Coulibaly, unici due giocatori di movimento ad essere sempre stati schierati dal primo minuto in questo primo scorcio di campionato. Sono, al netto di Belec, anche i più presenti a livello di minutaggio, rispettivamente con 600’ e 580’ giocati. Il difensore slovacco si era bloccato per un affaticamento muscolare venerdì in allenamento. L'esperienza lo ha saggiamente portato a fermarsi precauzionalmente ai primi fastidi: nel pomeriggio (appuntamento alle 15 al Mary Rosy) o al più tardi domani dovrebbe essere regolarmente in campo con i compagni. Identico discorso per il centrocampista senegalese, toccato duro alla caviglia destra nell'ultimo match contro il Genoa. Settimana di riposo, cure e terapie che sembrano aver sortito gli effetti sperati, unitamente a una diagnosi sicuramente benevola rispetto ai timori iniziali. Uno dei motori della mediana granata sarà quindi in campo al Picco per la sua presenza numero 60 agli ordini di Fabrizio Castori, considerando anche le esperienze di Trapani e Carpi. Proprio con la casacca biancorossa segnò un gol decisivo allo Spezia per una vittoria in rimonta dei suoi al 92’. Era il 23 febbraio 2019. Tra i calciatori pienamente recuperati c'è anche Ramzi Aya, tornato ad allenarsi in gruppo. L'ex del Pisa si era infortunato al polpaccio prima del match di Torino, proprio dopo aver esordito in A contro la Roma. 

Alla fiducia per Gyomber e Mamadou fa da contraltare un pizzico di preoccupazione in più per le condizioni di Luca Ranieri. Il mancino sabato scorso ha accusato un fastidio muscolare e oggi sarà valutato dallo staff medico, che potrebbe anche decidere di sottoporlo ad accertamenti diagnostici. La sua presenza a La Spezia è in dubbio e per questo, visto che ai box c'è già pure Ruggeri ormai da un mese, potrebbe farsi largo l'ipotesi di vedere Pawel Jaroszynski titolare al Picco. L'ex clivense scalpita, ha smaltito da un bel po' le sue noie muscolari. Qualora Ranieri non dovesse farcela, il polacco sarebbe il superstite/favorito.

Nel ruolo di terzino sinistro va detto possono però essere adattati anche Gagliolo e Veseli. Quest'ultimo sarà impegnato domani (20:45 a Tirana) in Albania-Polonia: sabato ha ritrovato il campo in gare ufficiali dopo due mesi e mezzo. Lo ha fatto per un'ora, subentrando al 30’ all'infortunato Djimsiti. Veseli aveva rimediato una distorsione al ginocchio il 29 luglio in ritiro a Cascia, durante l'amichevole contro la Fermana. Una buona notizia per Castori, a cui il collega Reja che siede sulla panchina albanese darà una mano concedendo minutaggio al difensore, che potrebbe essere titolare contro i polacchi. Tornerà a Salerno pronto per dare una mano in un campionato che conosce già: in massima serie ha giocato 48 partite con la casacca dell'Empoli. Sabato, peraltro, cadrà il quinto anniversario dal suo esordio in A con la maglia toscana sul campo del Genoa. Liguria per Liguria, chissà.

A proposito di Nazionali. Ieri sera ha concluso la sua parentesi internazionale il tunisino Kechrida, rimasto in panchina con la sua rappresentativa nel pareggio a reti inviolate in Mauritania. Oggi tornerà in Italia. Stasera, sempre per le qualificazioni ai prossimi Mondiali, tocca agli altri granata. Alle 18 Grigoris Kastanos scenderà in campo con la maglia di Cipro: all'Aek Arena di Larnaca la sfida è abbordabile, contro Malta dell'ex granata Enrico Pepe, naturalizzato maltese ed ora in Nazionale. Alle 20:45 dovrebbe essere titolare anche Strandberg con la sua Norvegia tra le mura amiche dell'Ullevaal Stadion di Oslo; l'avversario è il Montenegro. Stesso orario per Slovenia-Russia: Vid Belec dovrebbe andare in panchina a Maribor. 

Ultimo aggiornamento: 18:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA