Sassuolo-Salernitana, Nicola indica:
«Adesso voglio sempre di più»

Sassuolo-Salernitana, Nicola indica: «Adesso voglio sempre di più»
di Enrico Vitolo
Sabato 1 Ottobre 2022, 16:30
2 Minuti di Lettura

Riecco di nuovo il campionato, riecco di nuovo la Salernitana attesa dalla sfida in casa del Sassuolo. Per la gara di domenica pomeriggio il tecnico dei granata Davide Nicola ritrova Lovato e Radovanovic ma deve rinunciare a Fazio e Bohinen: «Quest'ultimo ora come ora è a posto, ma carica eccessivamente su un arto e quindi deve reimparare a fidarsi. Ieri avvertiva un po’ di affaticamento e di conseguenza abbiamo preferito lasciarlo tranquillo, mi auguro di potergli dare un po’ di minutaggio con il Verona - le parole di Nicola - Fazio invece spero che la prossima settimana ritorni in gruppo, la distorsione sembra un ricordo ma tra il risolvere il problema e iniziare il percorso che ti porta ad allenarti con la squadra ce ne vuole, ma la sosta è servita per questo. A Radovanovic va dato tempo di integrazione aggiuntivo, non si può di nuovo rischiare una ricaduta. Lovato? Credo possa giocare ed è possibile che parta dall’inizio, ci sto pensando». 

Tra gli assenti, come da copione, c'è anche Franck Ribéry sempre di più alle prese con il dubbio operazione o ritiro: «Dal punto di vista puramente tecnico non so cosa deciderà di fare, quando lo farà dirò anche le mie idee. Da un punto di vista umano è sempre con noi, non abbiamo avvertito il fatto che non sta giocando“, è il pensiero del tecnico della Salernitana che ora però si attende un segnale importante da parte della sua squadra. «Sono soddisfatto per quello che abbiamo dimostrato come idea fino a oggi, ma ora voglio sempre di più e lo voglio attraverso il lavoro e non attraverso le chiacchiere. Mi sarebbe piaciuto ottenere di più anche dall’ultima gara con il Lecce, ma dobbiamo avere l’ambizione di fare punti dovunque e contro chiunque. Ora arriva un tour de force importante e dobbiamo sfruttarlo, ogni partita è uno scontro diretto indipendentemente dall’avversario. Alla fine del girone d’andata potremo dare i primi veri giudizi». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA