Cuore Juve Stabia: ad Ascoli trova
il pareggio con un gol del portiere

Venerdì 7 Febbraio 2020 di Gaetano D'Onofrio
C’è il grande cuore della Juve Stabia nell’incredibile pareggio conquistato dalla squadra di Caserta ad Ascoli. Arriva al 95’ il pareggio del portiere Provedel che, di testa, allontana gli spettri della seconda sconfitta consecutiva, dando così nuova linfa e nuovo molare ai gialloblù alla vigilia del big match con la corazzata Crotone. Un pareggio tutto sommato giusto per quanto visto in campo al “Del Duca”, con gli stabiesi che, anzi, come già domenica scorsa col Perugia, hanno di che recriminare per un rigore non concesso per un fallo netto su Bifulco nel primo tempo, ed una rete, di Vitiello, annullata nella ripresa per un fuorigioco quanto meno dubbio. Pronti, via, gli stabiesi regalano letteralmente il gol del vantaggio all’Ascoli. Errore clamoroso in disimpegno di Fazio, con Scamacca che non si fa pregare e deposita tutto solo alle spalle di Provedel.

La Juve Stabia accusa il colpo, ma nonostante il penalty negato su Bifulco legittima il suo forcing con il gol, in avvio di ripresa, del solito Forte, proprio per rigore, stavolta concesso per l’atterramento dell’ex Primavera del Napoli. Nel finale, all’82 la doccia è fredda, ancora uno svarione difensivo, e Ninkovic trova la palla giusta per riportare i bianconeri in vantaggio. Nel recupero due angoli consecutivi per gli stabiesi, si getta nella mischia anche il portiere Provedel che, di testa, regala il meritato pareggio alla Juve Stabia: “Sono emozionato – commenta a fine gara -, ero già andato a saltare per dare una mano, credo proprio di averla presa io, una gioia incredibile, ma non tanto per il gol quanto per il pareggio. Abbiamo disputato un’ottima partita, non avremmo meritato la sconfitta, questo ci ripaga dei sacrifici di queste settimane in cui, in tre gare, abbiamo preso solo due punti. La salvezza resta il primo obiettivo, per questo il punto di Ascoli pesa tantissimo in clave di classifica”. © RIPRODUZIONE RISERVATA