Salernitana ad Ascoli in emergenza,
Castori: «Gioca Adamonis, Micai no»

Venerdì 19 Febbraio 2021 di Enrico Vitolo
Salernitana ad Ascoli in emergenza, Castori: «Gioca Adamonis, Micai no»

Mantovani e Djuric si, Belec, Bogdan, Durmisi, Kupisz e Boultam no. Questo il bollettino medico stilato in casa Salernitana in queste ore, per la trasferta di Ascoli quindi Fabrizio Castori riesce a recuperare soltanto due pedine: «Non ho mai pianto per gli assenti, sono in linea con il mio pensiero e non lo faccio oggi - ha detto alla vigilia il tecnico dei granata in videoconferenza - I contrattempi di alcuni danno opportunità a chi subentra di dimostrare il proprio valore. Logicamente ci sono dei giocatori importanti nel contesto di una squadra, deve essere anche un motivo per i compagni che devono dare qualcosa in più affinché le assenze non pesino. Lo spirito di squadra serve a sopperire alle difficoltà che in un campionato si verificano normalmente. Ad Ascoli sarà una partita difficilissima, il buon operato di Sottil e Polito è visibile».

Capitolo portiere. Con l'assenza di Belec, probabile il suo forfait per un mesetto, dal prossimo week-end toccherà ad Adamonis: «Il portiere è l’unico ruolo dove bisogna fare gerarchie, il secondo è Adamonis e gioca lui. Marius è un ragazzo che ha numeri e motivazioni, potrà dimostrare il suo valore. Micai fuori? Abbiamo fatto una scelta ben definita a inizio stagione affidando il ruolo di secondo ad Adamonis. Una volta prese le decisioni bisogna andare fino in fondo. Serve che Marius senta la fiducia non a parole ma con i fatti». Infine spazio, per Castori, ai ricordi di quando era bambino e seguiva i bianconeri: «Ero tifoso dell’Ascoli da piccolo, ho visto lì la Serie A per la prima volta: il Picchio ha rappresentato un movimento importante, aprì calcio di alto livello a noi della provincia. Siamo vicini (Castori è nativo di San Severino Marche), non si poteva non tifare Ascoli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA