Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Per il Benevento falsa partenza:
Cosenza corsaro espugna il Vigorito

Lunedì 15 Agosto 2022 di Luigi Trusio
Per il Benevento falsa partenza: Cosenza corsaro espugna il Vigorito

Fa tutto il Benevento nella gara d'esordio. Gioca bene solo in avvio, spreca malamente almeno 5 occasioni da rete e si fa gol da solo. Il Cosenza ringrazia e porta a casa tre punti di platino, mentre per i sanniti il torneo comincia in salita, e per quello che si è visto, considerato il ridimensionamento dei programmi, sarà una stagione di grande sofferenza. Il furore agonistico degli uomini di Caserta, schierati con il tridente Tello-Forte-Farias, dura giusto una ventina di minuti nel primo tempo. Troppo poco per convincere, sarebbe tuttavia bastato per battere un Cosenza inconsistenze e che non ha fatto praticamente nulla per portare a casa la vittoria, se non sfruttare un madornale errore di Tello che ha azzardato un retropassaggio sul quale si è avventato Larrivey. Il centravanti argentino vince il rimpallo con Paleari in uscita e insacca di testa a porta sguarnita. Le occasioni principali della partita sono concentrate tutte nella prima parte di gara.

Il Benevento spinge alla ricerca del gol e Letizia per poco non timbra il vantaggio calciando di sinistro dopo uno stop sbagliato di Panico. Le occasioni si susseguono, il Cosenza è alle corde e in difficoltà. Acampora sgancia un siluro da lontano ma non inquadra la porta, poi su calcio d'angolo dello stesso Acampora, Glik salta più in alto di tutti ma spedisce la sfera radente alla base del palo, fuori di un soffio. Al 17' è nuovamente la volta di Forte, che riceve da Farias e spara di sinistro, col pallone che finisce sempre fuori misura. Da questo momento il Benevento si spegne poco alla volta, senza trovare più soluzioni degne di tal nome. L'unica, vera opportunità capita al 28' sui piedi di Tello, il peggiore in campo, che su assist di Letizia non riesce a far altro che colpire malissimo da ottima posizione. Nella ripresa davvero poco da annotare, se non la follia di Tello che manda Larrivey in porta e l'inutile girandola di cambi di Caserta nel tentativo di dare un impulso ad una squadra ormai spenta e sconclusionata.

I risultati: Cittadella-Pisa 4-3, Como-Cagliari 1-1, Palermo-Perugia 2-0, Parma-Bari 2-2, Ascoli-Ternana 2-1, Benevento-Cosenza 0-1, Brescia-Sudtirol 2-0, Modena-Frosinone 0-1, Spal-Reggina 1-3, Venezia-Genoa 1-2.
La classifica: Frosinone, Reggina, Genoa, Brescia, Ascoli, Cosenza, Palermo e Cittadella 3; Parma, Bari, Cagliari e Como 1; Benevento, Modena, Spal, Sudtirol, Ternana, Venezia, Pisa e Perugia 0.

© RIPRODUZIONE RISERVATA