Benevento, Inzaghi punta su Antei:
prove di intesa in coppia con Tuia

Giovedì 14 Novembre 2019 di Gianrocco Rossetti
Il Benevento ieri si è rimesso a lavorare, anche se per i giallorossi il ritorno al calcio giocato in campionato è ancora lontano. Il Vigorito, infatti, riaprirà i battenti soltanto sabato 23, per ospitare il big match della tredicesima giornata tra i giallorossi e il Crotone (inizio alle 15), rispettivamente prima e seconda in classifica. I calciatori giallorossi sono rientrati ieri in mattinata in città, dopo essersi concessi due giorni e mezzo di relax in famiglia. Prima c'è stato il pranzo a Benevento, con l'appuntamento nel primo pomeriggio fissato all'Imbriani, dove ad attendere Maggio e compagni c'era Inzaghi con il suo staff pronti a torchiare i calciatori. Infatti, una delle armi più affilate del Benevento - che sta primeggiando nel torneo cadetto - è stata sicuramente l'ottima condizione fisica, sempre palesata dai giallorossi, a partire dalla prima giornata e sino a tutto il match contro la Juve Stabia, quando, nonostante l'inferiorità numerica nel secondo tempo, i sanniti hanno concluso la partita in un crescendo di corsa e aggressività. Nei giorni passati l'argomento è stato anche affrontato da Inzaghi: «In primis devo sempre sottolineare la grande disponibilità e dedizione al lavoro dei miei calciatori ha precisato il tecnico piacentino. Poi è evidente che un plauso va fatto anche a tutti i miei collaboratori. Se la squadra sta così bene fisicamente lo si deve al lavoro quotidiano del mio staff, che non trascura alcun particolare. Detto ciò, voglio anche puntualizzare che non abbiamo fatto ancora nulla. Cioè ogni giorno in allenamento, ogni settimana e in ogni partita siamo chiamati a migliorarci, a dare il meglio, restando sempre concentrati sul nostro obiettivo finale». Parole e musica di SuperPippo che, a ragion veduta, risuoneranno negli spogliatoi giallorossi in questa settimana, che per la squadra non avrà come conclusione naturale un match di campionato.

Infatti, il tecnico e i suoi collaboratori sfrutteranno le sedute per riassettare la condizione fisica dei calciatori dopo due mesi e mezzo di campionato, 12 partite giocate, 1080 minuti più recuperi già messi nelle gambe ma anche nella testa. La sosta servirà innanzitutto a ricaricare benzina nella muscolatura, ma anche a far allentare lo stress psicofisico. Nella prossima, invece, allenatore e squadra si ritufferanno nelle consuete dinamiche di campionato. Lo spartiacque tra le due settimane sarà dato da un test-match che la prima squadra giallorossa disputerà sabato (all'«Imbriani», inizio alle 11 a porte aperte per i tifosi) contro la formazione Primavera di Romaniello. Inzaghi in quest'amichevole in famiglia farà le prime prove anti-Crotone. Il tecnico piacentino in difesa assaggerà l'affiatamento di Tuia e Antei, la coppia centrale designata per affrontare i calabresi che, finora, hanno giocato insieme solo il secondo tempo a Castellammare. L'ex Sassuolo sembra non aver più affanni e sta dimostrando di essere in un buono stato di forma. Mentre in attacco verrà sondato il terreno per capire chi potrà essere il partner d'attacco di Coda, se Sau (che sta risalendo la china della condizione fisica) o Armenteros (definitivamente ripresosi dall'affanno fisico patito nelle scorse settimane). La sensazione del momento è che il sardo parta ancora con i favori del pronostico. Difficilmente, però, la partitina di sabato sarà un'occasione per vagliare la condizione di Volta. In verità il difensore, in questi giorni, dovrà dare conferme allo staff medico di poter lavorare regolarmente in gruppo, almeno a partire dalla prossima settimana, come nei programmi prestabiliti. Nell'ambiente giallorosso adesso c'è un cauto ottimismo sulla situazione clinica dell'ex Perugia, ma un po' di preoccupazione non è mancata nei giorni scorsi. Il Benevento ha pensato anche di acquisire dall'elenco dei calciatori svincolati un nuovo difensore da inserire in organico a disposizione di Inzaghi. In tal senso, al club sannita era stato proposto l'argentino, poi naturalizzato italiano, Gabriel Paletta che poi, però, la scorsa settimana ha trovato definitiva sistemazione al Monza. Ma oltre a non aver individuato calciatori pronti all'uso tra quelli senza squadra, va anche sottolineato che il Benevento si sente con le spalle coperte, anche in una situazione di emergenza come quella che si materializzerà contro il Crotone per l'assenza di Caldirola, squalificato.

«Solidali con le popolazioni colpite da calamità naturali» è lo striscione posizionato dai tifosi della Curva Sud ieri sera all'esterno dello stadio Vigoritò. «Con questo striscione - spiegano - vogliamo esprimere la nostra solidarietà alle popolazioni colpite in questi giorni da calamità naturali e unirci al loro dolore. Ricordiamo che nel 2015, anche la nostra città ha vissuto momenti drammatici in seguito all'alluvione che violentemente la colpì». «Siamo sicuri - concludono - che come noi, anche tutti voi, vi rialzerete nel miglior modo possibile, e più forti di prima. Non mollate». © RIPRODUZIONE RISERVATA