Benevento-Insigne, intesa fino al 2024
la punta punta al Perugia

Giovedì 30 Settembre 2021
Benevento-Insigne, intesa fino al 2024 la punta punta al Perugia

Dopo Improta, un altro esponente della vecchia guardia prolunga il suo rapporto con il Benevento. Si tratta di Roberto Insigne, che era da tempo in trattativa con Pasquale Foggia per rinnovare il suo contratto in scadenza al 30 giugno 2022. Le parti hanno trovato un'intesa per ulteriori due annualità, prorogando l'estinzione fino al 2024. Insigne era stato a lungo in predicato di lasciare il Sannio, ma dopo vari sondaggi da parte di altri club mai tramutatisi in offerte rilevanti, il Benevento non aveva trovato l'accordo economico col Crotone, società che aveva manifestato l'interesse più concreto per assicurarsi le prestazioni del fratellino di Lorenzo. Il sodalizio giallorosso aveva rifiutato sia la prima che la seconda proposta del team pitagorico, ritenute entrambe troppo basse in ordine al valore assegnato al giocatore (un milione di euro) e alla cifra che lo stesso Benevento aveva versato nelle casse del Napoli (in due tranche) per acquistarlo prima in prestito oneroso con diritto di riscatto (500mila euro) e poi a titolo definitivo (1,5 milioni). A quel punto il Benevento ha deciso di tenerselo e lo stesso Insigne ha scelto di restare: le parti si sono messe a discutere il rinnovo per cautelarsi ciascuna per quanto di competenza. Il Benevento per evitare di perderlo a parametro zero nella prossima stagione, il calciatore per evitare di ritrovarsi senza contratto in caso di infortunio.


Insigne con ogni probabilità festeggerà il prolungamento dell'accordo con il club riprendendosi una maglia da titolare domenica contro il Perugia. Altra buona notizia è quella del pieno recupero di Marco Sau, che da ieri ha ripreso ad allenarsi regolarmente con i compagni. Caserta ha fatto svolgere ai suoi esercitazioni ad alta intensità e focus sulla tattica, mentre in via preliminare li aveva sottoposti a lavoro di forza in palestra. La disponibilità di «Pattolino» torna a creare problemi d'abbondanza per il tecnico sia a centrocampo che in attacco, al contrario della difesa, dove gli uomini invece saranno contati. Il tecnico sembra orientato a schierare nuovamente il 4-3-3 con i rientri di Calò e Acampora dal primo minuto. In attacco è certo del posto solo l'infallibile Lapadula, le quotazioni di Insigne sono in netta risalita mentre per il posto di Improta se lo giocano Elia e Brignola, visto che Sau dovrebbe in ogni caso partire dalla panchina.

Intanto Oreste Vigorito, dopo aver rifiutato di tornare in seno al Consiglio direttivo di Lega B, non ha neppure partecipato all'Assemblea dei club tenutasi ieri mattina all'«Excelsior Hotel Gallia» a Milano che ha eletto il nuovo componente. La maggioranza dei presidenti lo aveva individuato come figura super-partes per stemperare tensioni e divisioni attualmente esistenti tra la maggioranza che fa capo al numero uno Mauro Balata e il gruppo che gli si oppone. Dopo aver accarezzato l'idea di lasciarsi nuovamente coinvolgere, Vigorito avrebbe detto sì solo per spirito di servizio ma ci ha pensato a lungo e alla fine ha reso ufficiale il suo diniego a causa dei suoi molteplici impegni che lo vedono attualmente molto coinvolto con la sua azienda Ivpc, con il Benevento e soprattutto come vertice di Confindustria nel Sannio. Il posto all'interno del direttivo lasciato vacante dall'ex presidente della Spal Walter Mattioli è stato quindi preso dall'amministratore unico dell'Alessandria, il 42enne Luca Di Masi, che va ad aggiungersi ai consiglieri interni, il presidente dell'Ascoli Carlo Neri, quello del Lecce Saverio Sticchi Damiani, l'ad del Monza Adriano Galliani, il numero uno del Pordenone Mauro Lovisa, il direttore dell'area marketing e comunicazione del Frosinone, Salvatore Gualtieri.

Prosegue inoltre a buon ritmo la prevendita per la sfida di domenica sera contro il Perugia. Alle 19 di ieri i biglietti venduti erano all'incirca 1800. Ricordiamo che i prezzi sono quelli soliti: 14 euro le Curve, 18 euro i Distinti, 20 euro Tribuna Inferiore e Superiore Scoperta, 30 euro Tribuna Superiore Coperta, 70 euro la Tribuna Centrale (tutti comprensivi di diritti). Sempre fruibile la promozione che prevede l'ingresso gratuito per gli Under 14 i cui tagliandi potranno essere ritirati al botteghino dello stadio previa esibizione del biglietto dell'adulto accompagnatore e di un'autocertificazione con lo stato di famiglia.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA