Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Benevento, ora un colpo in difesa
In uscita Barba, Brignola e Vokic

Lunedì 4 Luglio 2022 di Luigi Trusio
Benevento, ora un colpo in difesa In uscita Barba, Brignola e Vokic

Un terzino destro e poi il mercato del Benevento entrerà in stand by in attesa delle uscite. Sarà il prossimo colpo in entrata del club giallorosso. Non sarà necessariamente un vice-Letizia, ma un calciatore che potrà giocarsela con il capitano, anche se tra i profili seguiti ci sono in prevalenza under. Letizia, come è noto, non ha chiuso il campionato in maniera brillante, e il fatto di non avere grande competizione su quella corsia, tra Gyamfi e un Elia adattato, probabilmente ha inciso sul rendimento. Ovviamente Pasquale Foggia ha già bloccato un paio di calciatori prima di piazzare l'affondo decisivo, ma l'operazione verrà chiusa prima di partire per il ritiro. Da quel momento in poi, si darà spazio solamente alle uscite, anche perché il Benevento ha ancora sul groppone contratti onerosi come quelli di Glik, Ionita, Lapadula oltre a elementi che è giusto cambino aria come Moncini e Barba, e altri che hanno bisogno di andare a giocare altrove, come Brignola, Vokic, Muraca, Basit, Sanogo, Thiam Pape. Proprio a questo riguardo qualcosa comincia a muoversi soprattutto per i big.


Si è aperta intanto un'asta per Federico Barba, che ormai ha deciso di lasciare il Benevento per provare una nuova esperienza. Ha dato mandato al suo procuratore di trovargli una nuova sistemazione che gli consenta di non perdere molto rispetto a quanto percepisce a Benevento, e cioè una cifra vicina ai 400mila euro. Per adesso è arrivata solo una proposta del Lecce per un biennale da 300mila che il difensore ha reputato insufficiente. Per lui restano in piedi diversi discorsi, a cominciare dall'approdo alla Samp per proseguire con gli interessamenti di Pisa e Cagliari. Più defilato il Bari. Qualunque squadra dovesse arrivare con la proposta giusta per Barba, sarebbe poi in ogni caso obbligata a trattare con il Benevento, che ha intenzione di accontentarlo ma senza rimetterci. E quindi l'eventuale club acquirente dovrà pure versare nelle casse del Benevento il costo del cartellino, valutato intorno al milione di euro, altrimenti non se ne fa nulla. Il club giallorosso, che ha optato per non rinnovare oltre la scadenza 2023 il contratto al centrale romano (c'è solo la clausola unilaterale di prolungamento per un anno che il club sannita avrebbe avuto intenzione di far valere) reinvestirebbe quei soldi per un altro centrale mancino, che il diesse Foggia ha già individuato e che tiene «in caldo» qualora l'addio di Barba divenisse realtà in tempi brevi.
Nel frattempo Brignola è vicino al Cosenza e sta valutando l'opportunità, insieme al suo entourage, mentre contestualmente Foggia tratta per capire quale può essere l'opzione migliore visto che potrebbe non essere un prestito secco. ha invece avuto una richiesta della Reggiana ma non ha ancora trovato l'accordo economico. Lo sloveno preferirebbe una destinazione in B, ma è chiaro che se non uscirà nulla, Reggio Emilia può essere considerata un'ottima piazza per cercare di rilanciarsi.

Stasera è previsto inoltre l'arrivo, direttamente a Napoli con un volo proveniente da Stoccolma, dello svedese Nermin Karic, che firmerà il contratto triennale e poi effettuerà visite mediche e test atletici. Tra domani e mercoledì sarà anche la volta di Koutsoupias, per il quale sono stati limati gli ultimi dettagli sul contratto con il suo procuratore Mario Giuffredi ed è pronto a mettersi a disposizione di Fabio Caserta. A scaglioni risponderanno alla chiamate del club per il raduno tutti i calciatori di proprietà, inclusi i vari Ionita, Glik e Lapadula che saranno tra gli ultimi ad aggregarsi per via del diritto alle vacanze prolungate dopo essere stati impegnati con le rispettive nazionali. Tutti e tre partiranno per il ritiro dell'11 luglio a Cascia sin dal primo giorno. Non convocati il portiere Quartarone, e i difensori Alfieri, Gaetano Caserta e Solimeno, stesso discorso per Perlingieri, che si è operato ad una spalla e non rientrerà prima di agosto. Costoro saranno ceduti di nuovo in prestito oppure, in qualche caso, anche a titolo definitivo oppure svincolati.

Infine, procede a buon ritmo la campagna abbonamenti, col superamento della soglia delle quattromila tessere quando ci sarà tempo fino al 12 agosto, ovvero il giorno prima dell'inizio del campionato, per sottoscrivere l'abbonamento. Per l'esattezza sono 4.019 attualmente le emissioni, e con ben 40 giorni ancora a disposizione è lecito sognare di poter sfondare anche il muro dei 5mila se non di più.
Tra gli ex, Nicolas Viola ha firmato un biennale col Cagliari e tornerà al «Vigorito» da avversario.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA