Fuga del Benevento: è secondo
in Europa dietro al super Liverpool

Lunedì 27 Gennaio 2020 di Gianrocco Rossetti
Il Benevento fa un ulteriore balzo verso la serie A, pur senza giocare ieri ma, alla luce dei tre punti ottenuti sabato al Tombolato contro il Cittadella. Già la concomitante sconfitta casalinga del Pordenone aveva portato a quindici i punti di distacco dalla seconda in graduatoria, per l'appunto i neroverdi friulani, ma ieri si è aggiunta un'altra sconfitta interna: quella patita dal Crotone ad opera dello Spezia (1-2), che ha fatto molto comodo ai giallorossi. Infatti, i sedici punti che erano il distacco virtuale dei pitagorici dai sanniti sono divenuti effettivi. Il distacco del Benevento (+15 sul Pordenone), per ampiezza, è il secondo in tutti i campionati europei di prima e seconda serie, dietro soltanto a quello concretizzatosi in Premier League dove il Liverpool ha distanziato il Manchester City di sedici punti, per l'appunto gli stessi che dividono i sanniti dal Crotone, terzo in graduatoria e prima delle formazioni non direttamente promosse in massima serie.

I giallorossi, proseguendo con questo ritmo, vedono avvicinarsi con grande rapidità l'accesso matematico in serie A. Ad oggi l'aritmetica promozione potrebbe essere festeggiata addirittura il 18 aprile, cioè un mese prima della fine della stagione regolare. Ma sono discorsi che Inzaghi, per il momento, non vuole nemmeno sentire accennare, concentrato com'è già sul prossimo impegno, il derby casalingo di domenica con inizio alle 21, contro una Salernitana in buono spolvero. Già sabato sera la squadra è rientrata nel Sannio dal Veneto.

Domani alla ripresa degli allenamenti Inzaghi potrà contare su tutti gli effettivi, ad eccezione del lungodegente Antei e degli infortunati Tuia e Tello che, proprio oggi, verranno sottoposti a nuovi esami strumentali per una rinnovata valutazione dei rispettivi acciacchi fisici. Pur non trattandosi di infortuni di gravissima entità, per entrambi i calciatori non è previsto un rientro nei ranghi in tempo utile per mettersi a disposizione di Inzaghi per il derby di domenica. Viceversa il tecnico piacentino potrà fare affidamento sull'ultimo arrivato, il difensore Barba che inizierà la sua prima settimana di allenamento con i giallorossi, dopo essersi aggregato al gruppo soltanto sul finire della scorsa settimana. È già integrato, invece, l'altro neo arrivo di gennaio, Moncini che a Cittadella, da subentrato, ha anche fatto gol alla sua ex squadra, mostrando il gran fiuto in area di rigore, caratteristica che ha spinto il Benevento a investire tanto su di lui. Proprio con Moncini e Barba, i due acquisti, della sessione invernale, il mercato del Benevento dovrebbe considerarsi chiuso, quanto meno sul fronte degli arrivi.

Invece, sul fronte delle partenze qualcosa potrebbe ancora esserci. In primis ci potrebbe essere il divorzio anticipato con Armenteros che ha il contratto in scadenza a giugno, ma che non sembra più rientrare nei piani. La partenza del cubano potrebbe condurre alla conferma dell'attaccante Di Serio, al contrario la permanenza di Armenteros potrebbe condurre a far partire per un prestito il giovane centravanti. Così come potrebbero partire per un prestito temporaneo i due giovani centrocampisti Sanogo e Basit, per maturare esperienze altrove e tornare alla base l'estate prossima. Diversamente, invece, non partirà più Gyamfi, per il quale è sfumato anche l'interessamento del Trapani, né al momento viene presa in considerazione la separazione da Del Pinto, nonostante il mediano abruzzese non sia riuscito a trovare molto spazio in questa annata. Da quest'oggi entrerà nel vivo la prevendita dei tagliandi per il derby contro la Salernitana. Il club di via Santa Colomba ha decretato la «giornata giallorossa». Scaduta la prelazione, praticamente esercitata da quasi tutti gli 7800 possessori della tessera fedeltà', da oggi alle 10 scatta la vendita libera sino al giorno della partita dei tagliandi per tutti i settori. © RIPRODUZIONE RISERVATA