Il Benevento vince sul filo del rasoio,
Caserta: «Va migliorata la gestione»

Mercoledì 1 Dicembre 2021 di Gianrocco Rossetti
Il Benevento vince sul filo del rasoio, Caserta: «Va migliorata la gestione»

Il Benevento ha vinto la sua seconda partita consecutiva che, però, è stata incredibilmente sul filo del rasoio fino al fischio finale della gara giocata al «Menti» di Vicenza. Ci ha pensato Barba sul gong a regalare la vittoria ai giallorossi, che dal doppio vantaggio si erano ritrovati agguantati nel breve volgere di pochissimi minuti. A quel punto, la partita sembrava ormai incanalata sulla strada del pareggio, anche se entrambe le squadre hanno provato insistentemente a vincerla. A riuscirci, però, è stato il Benevento, proprio grazie al colpo di testa risolutore del suo difensore. A fine match il tecnico Caserta non ha celato la sua soddisfazione. «Abbiamo sbagliato qualcosa e abbiamo preso gol al nostro primo errore - ha detto -. Poi abbiamo sofferto per dieci minuti incassando anche il pareggio. Ma voglio guardare agli aspetti positivi e alla nostra voglia di vincere. La squadra ha disputato una grande partita, giocando sempre la palla. Ho visto ciò che voglio, cioè la volontà di giocare e imporsi. Il Vicenza ha chiuso bene gli spazi ma il Benevento ha voluto imporre il suo gioco e ci è riuscito per due terzi di match, sino a quando ci siamo complicati la vita da soli». Il tecnico ha evidenziato anche i risvolti psicologici della vittoria. «Era importante confermare la prestazione fatta con la Reggina e ci siamo riusciti. Dobbiamo migliorare sulla gestione, ma fa anche parte del nostro percorso di crescita. La strada è quella giusta. A me è piaciuto il Benevento». Sui singoli, inoltre, Caserta ha precisato: «Letizia ha avuto un piccolo problema al polpaccio, mentre con il rientro di Glik non avrò problemi di abbondanza ma un'arma in più da utilizzare in partita». Poi ha tentato di alleggerire il carico di aspettative sulla sua squadra: «Il Benevento vuole arrivare il più in alto possibile ma con la società abbiamo iniziato un percorso di programmazione e per me conta ragionare partita dopo partita. Al di là degli interpreti in questo momento credo che la squadra stia dando il massimo con il 4-3-3, ma non significa che non potremo cambiare. A Vicenza siamo partiti con qualche difficoltà perché dovevamo trovare il ritmo partita giusto e non è facile negli impegni ravvicinati. Poi siamo andati bene e a seguire ci siamo un po' inceppati, ma alla fine abbiamo vinto e ci godiamo i tre punti, restando concentrati già sul prossimo impegno».

Grande gioia sul volto del match winner Barba. «Da difensore resta l'amaro in bocca - ha precisato - per aver incassato due gol che hanno annullano un doppio vantaggio. Per fortuna siamo riusciti a trovare ancora la via del gol e sono davvero felice di esserne stato l'autore. A livello caratteriale abbiamo avuto una reazione importante dopo il loro pareggio, ma non ci siamo fatti influenzare dal fattore ambientale. Il nostro gol vincente non è stato casuale ma è stato fortemente voluto e le soddisfazioni arrivano se si cercano». Barba ha anche evidenziato che «per certi versi non usciamo pienamente soddisfatti dal campo, perché non deve accadere che ci si faccia rimontare due gol. Ci poteva stare soffrire contro una squadra in salute ma non farsi rimontare. Ora però godiamoci questi tre punti davvero importanti. Si è visto in campo anche un pizzico di stanchezza e la voglia di gestire il risultato favorevole, ma poi nel finale abbia tirato fuori tutte le forze che avevamo. Abbiamo attraversato un periodo difficile, ma le partite vanno analizzate. Ci vuole equilibrio».

Altro protagonista delle ultime giornate è stato sicuramente l'esterno Elia. «Io cerco di impegnarmi sempre in qualsiasi ruolo e sono felice se ci riesco ha affermato l'ex Perugia -. Prendo spunto da tutti i miei compagni di squadra. La sconfitta con il Frosinone ci ha svegliato in tutti i sensi, perché da Pisa in poi, anche se abbiamo perso, è ricominciata la nostra risalita ed infatti sono venute queste due vittorie consecutive. Adesso restiamo concentrati sulla prossima gara e su quelle a seguire perché vogliamo regalare e regalarci un bel Natale».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA