Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Cannavaro al Benevento,
il ritorno in panchina del Pallone d'Oro

Martedì 20 Settembre 2022 di Luigi Trusio
Cannavaro al Benevento, il ritorno in panchina del Pallone d'Oro

Fabio Cannavaro verso il sì al Benevento che nella giornata di oggi potrebbe esonerare Caserta. L'ex difensore, già Pallone d'Oro 2006, è stato contattato dal club giallorosso per avvicendare in panchina il tecnico calabrese. Dopo l'iniziale tentennamento, alla presenza di altre offerte provenienti dall'estero (in precedenza pure la panchina della nazionale polacca che gli era stata offerta a gennaio dopo il siluramento di Paulo Sousa), Cannavaro sarebbe a un passo dall'accettare l'intrigante proposta del Benevento, che lo vorrebbe alla guida di una squadra che, nonostante sia stata resa più che competitiva dall'ultima finestra di mercato (6 innesti di qualità solo nell'ultima settimana di trattative: Ciano, Simy, Leverbe, Kubica, Schiattarella e Veseli), non riesce proprio ad ingranare. Reduce da 2 sconfitte consecutive con Cagliari e Brescia (sono già 3 nelle prime 6 gare, contando pure la parte finale dello scorso torneo siamo a quota 9 in 15 uscite ufficiali), l'allenatore è tornato sulla graticola, ma stavolta non ci sarebbero più dubbi sul suo avvicendamento. Il presidente Vigorito ha deciso di cambiare e ha pensato a Fabio Cannavaro, legato, insieme al fratello Paolo, da un rapporto di forte amicizia con il direttore sportivo Pasquale Foggia. Cannavaro non ha chiuso all'ipotesi Benevento, ma si è preso 24 ore di tempo per fare una serie di valutazioni.

Il Benevento non ha la possibilità di aspettare oltre, per cui avrebbe chiesto a Cannavaro di dare una risposta in tempi rapidi. Da quel che filtra, sarebbe orientato a dare la sua disponibilità per diventare l'allenatore del Benevento. L'ex capitano di Napoli e Juventus ha una voglia matta di ricominciare e Benevento potrebbe essere la piazza giusta: troverebbe una dirigenza amica, un'ambiente familiare (il figlio Christian ha giocato con la Primavera giallorossa per due stagioni) e un progetto serio da rilanciare. Il tutto senza allontanarsi troppo dalla sua città d'origine. L'accordo pare essere vicino, oggi in programma il summit decisivo nel corso del quale Cannavaro comunicherà la sua scelta definitiva. Il campione del Mondo è fermo dal settembre del 2021, quando ha rescisso consensualmente il suo rapporto con il Guangzhou. Nei sei anni in Cina ha guidato il Tianjin Qanjian che ha portato in prima divisione e appunto il Guangzhou con cui ha vinto uno scudetto nel 2019 e una Supercoppa nel 2018.

Video

Chiaramente il Benevento si è cautelato sondando pure altri profili, in primis quello di Roberto D'Aversa, che è ancora sotto contratto con la Sampdoria e che ha condotto il Parma dalla C alla A, e a due salvezze in massima serie. È lui l'alternativa se dovesse clamorosamente saltare Cannavaro. Più staccato De Rossi. 

Ultimo aggiornamento: 21 Settembre, 07:25 © RIPRODUZIONE RISERVATA