Doppio Giaccherini e la Salernitana
si arrende contro il Chievo

Lunedì 17 Febbraio 2020 di Enrico Vitolo
Questa volta il posticipo non sorride alla Salernitana che deve arrendersi contro Giaccherini che spinge il Chievo Verona alla vittoria al Bentegodi (2-0). Dopo una settimana vissuta all’insegna delle prove e della pretattica, Ventura cambia ufficialmente la sua squadra passando al 4-2-4 con Kiyine nell’insolito ruolo di terzino sinistro. Sulla corsia opposta, ma qualche metro più avanti, confermato Cicerelli al posto di Lombardi. I due, però, sono costretti a darsi il cambio al 24’ a causa di un problema muscolare avvertito dall’ex Foggia. Ma al di là dei moduli e degli interpreti, i granata mostrano un piglio decisamente differente da quello di un Chievo molto più in palla. Grande protagonista Giaccherini che sbuca un po' da tutte le parti. Sue le prime due conclusioni (non pericolosissime) di serata, poi al 13’ Segre e al 17’ Obi ci provano (inutilmente) dalla lunga distanza. Ma al 28’ ecco il gol del vantaggio dei clivensi: fallo di Jarozysnky in area di rigore su Djordjevic e sul seguente rigore Giaccherini spiazza Micai e firma l’1-0.
 
Lo svantaggio, però, non basta per scuotere la Salernitana. Gli unici sussulti arrivano a inizio ripresa quando entra Jallow al posto di Gondo, il gambiano ci prova al 58’ e al 64’ ma senza successo. Cinque minuti più tardi, poi, Ventura deve rinunciare anche a Lombardi che esce in barella (forse problema muscolare) lasciando spazio a Curcio che fa il suo debutto stagionale. Giusto sessanta secondi e il Chievo trova, con fortuna, il gol del raddoppio: rimpallo favorevole per Djordjevic che serve il solito Giaccherini che batte ancora una volta Micai. Ma prima di alzare definitivamente bandiera bianca la Salernitana tenta comunque il tutto per tutto, ci prova specialmente Maistro che non riesce però a riaprire una partita che costringe i granata a tornare a 4 quattro punti di distanza dal secondo posto in classifica. © RIPRODUZIONE RISERVATA