Mantovani è in isolamento fiduciario:
la Salernitana col fiato sospeso

Sabato 22 Agosto 2020 di Pasquale Tallarino
Il difensore Valerio Mantovani è in isolamento fiduciario, nella sua abitazione di Roma. Gli fa compagnia il proprio cane, il fedele Kuma. Il protocollo è scattato dopo il ritorno dalla Sardegna, senza passare per il centro sportivo Mary Rosy. Mantovani, che non ha mai avuto contatti con giocatori della Salernitana né con lo staff, è ritornato nella capitale a inizio settimana, reduce da un periodo di vacanza trascorso con due amici. Dopo una stagione sportiva tribolata (è stato operato al gluteo, non gioca dall'8 giugno 2019), sognava di ricominciare subito la preparazione a Sarnano, la sua prima vetrina calcistica in granata, il «laboratorio» nel quale - giovanissimo - fu osservato e promosso da Sannino. Non accadrà: l'allenatore Castori non potrà ancora disporne. Mantovani, infatti, «è stato a contatto in Sardegna con persone risultate positive al Covid-19 e nel rispetto del protocollo sanitario - scrive la Salernitana sul proprio sito ufficiale, al termine di una giornata delicata - resterà in quarantena presso il proprio domicilio». Il giocatore aveva fatto un primo tampone risultato negativo. La Salernitana, però, ha applicato fino in fondo il rigido protocollo anti Covid, non convocandolo per il raduno a Salerno. L'Asl di Roma ha richiamato il calciatore, ha effettuato nuovi test e nel frattempo ha imposto l'isolamento fiduciario a Mantovani, in attesa di nuove verifiche.

La Salernitana ieri aveva in agenda anche il rientro del centrocampista Dziczek, in nottata. Adesso scatterà il protocollo che, da ordinanza, è previsto per chi rientra dall'estero: il giocatore ha trascorso le vacanze a casa sua, è proveniente dalla Polonia, dunque stamattina dovrà sottoporsi al tampone, non avrà ancora contatti con i compagni di squadra e si aggregherà solo quando sarà disponibile l'esito dei controlli effettuati. Al tampone collettivo, inoltre, dovrà sottoporsi la Salernitana nel giorno zero di ritiro, cioè domani, quando il gruppo granata partirà per Sarnano. Si aggiungeranno i test sierologici. Da quel momento in poi, si procederà con tamponi ogni quattro giorni e test sierologici ogni due settimane, come da indicazioni della Federcalcio. È stato già fissato il programma delle amichevoli, nel ritiro di Sarnano. Il club proverà ad ottenere autorizzazione per la disputa delle partite a porte aperte, ma al momento si naviga a vista e tutto resta blindato: dipenderà dall'evoluzione della curva dei contagi e lo ha ribadito ieri sera anche il sindaco della cittadina marchigiana, Piergentili.

Sabato 29 agosto, il pallone comincerà a rotolare: prime prove e primi gol. È prevista, infatti, la sgambatura di allenamento con la Fermana, fissata alle ore 17.30. Mercoledì 2 settembre, alle ore 17.30, triangolare Salernitana-Sambenedettese-Matelica. Sabato 5 settembre, Castori chiuderà il cerchio alle ore 17.30: in programma Salernitana-Ternana. Al netto dei tamponi e della quarantena, c'è già un osservato speciale, in queste prime ore di raduno. L'attaccante gambiano Lamin Jallow, reduce da un intervento chirurgico di pulizia del menisco destro effettuato due settimane fa, necessita di un lavoro specifico, di recupero del tono muscolare e della elasticità dell'articolazione. L'allenatore Castori, che ha saputo valorizzarlo a Cesena utilizzandolo anche da punta centrale e soprattutto da contropiedista, non forzerà i tempi di recupero, d'intesa con lo staff sanitario. Il dottore D'Arrigo, medico sociale granata, ieri ha diviso i calciatori in gruppi. I giovani De Matteis, Iannoni, Martorelli e Riosa, più Kalombo, sono stati impegnati nelle visite mediche effettuate al centro polidiagonistico Check Up. Dopo la prova da sforzo, granata di nuovo in campo. In contemporanea, presso i centri Verrengia, sono stati impegnati nei test isocinetici alcuni calciatori rientrati dai prestiti, insieme a Walter Lopez, Fabio Maistro, Andreas Karo. Due sedute di lavoro anche oggi, ultimo giorno di permanenza in città, prima della partenza in pullman per Sarnano.  © RIPRODUZIONE RISERVATA