Doppietta di André Anderson,
la Salernitana si impone a Venezia

Domenica 27 Dicembre 2020 di Enrico Vitolo

La Salernitana non si ferma più. E pazienza per la sofferenza finale, perché la doppietta iniziale di André Anderson basta e avanza per ottenere una vittoria pesantissima a Venezia (1-2). Anche al Penzo la squadra di Castori mette in scena il solito copione, abbottonata in difesa e cinica in attacco. Un piano partita che, come spesso è accaduto fino ad oggi, anche questa volta risulta decisivo. Dopo un paio di brividi provati tra il 18’ e il 19’ quando prima Aramu conquista un angolo con un bel tiro a giro dalla destra e Forte sfiora il palo di testa, al 34’ la partita inizia a prendere una piega ben precisa. Merito di Casasola e Anderson che confezionano in una versione tutta sudamericana il gol del vantaggio: break a metà campo dell’argentino e assist per il brasiliano che arriva a rimorchio e con un perfetto destro batte un impietrito Lezzerini. Passano appena quattro minuti ed ecco un’altra ripartenza granata letale. Palla in verticale di Anderson per Tutino che tenta il colpo sotto ma Lezzerini tocca il pallone che va a sbattere sul palo, il brasiliano però segue l’azione e sulla ribattuta deve solo appoggiare in rete.

Accusato il colpo il Venezia rischia di alzare bandiera bianca già al 43’ quando un liberissimo Djuric ci prova al volo dal limite dell’area ma non riesce a inquadrare lo specchio della porta. Poco importa però, perché la Salernitana alza ulteriormente il muro difensivo contro il quale i padroni di casa non fanno altro che sbatterci. Specie nella prima parte della ripresa quando ci provano esclusivamente un paio di volte prima il nuovo entrato Johnsen e poi Forte ma senza mai mettere paura a un attento Belec. Nel finale invece, dopo il tentativo di Fiordilino al 74’ con un diagonale scagliato dalla destra che sfiora il palo, arriva un po' a sorpresa il gol del Venezia che regala un finale di partita vibrante. Al 90’, infatti, Aya prova a rinviare il tiro di Crnigoj ma involontariamente calcia il pallone nella sua porta. L’autorete, però, non rovina i piani della capolista che mercoledì pomeriggio proverà sul campo del Monza a chiudere nel migliore dei modi il 2020.

Ultimo aggiornamento: 17:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA