Juve Stabia fuori dalla crisi:
poker dei gialloblu al Pordenone

Sabato 19 Ottobre 2019 di Gaetano D'Onofrio
La Juve Stabia si riscopre bella e vincente, e contro il Pordenone, con un poker senza particolari sbavature se non la rete del pari dei friulani, trova il primo successo al Menti del campionato. Quattro gol, una ritrovata vena dell’undici di Caserta che, dopo il successo di Trapani era chiamato a dare conferma di una svolta decisiva per il prosieguo di stagione. Bastano otto minuti a Mezavilla per sbloccare il match con un colpo di testa su angolo di Calò. Il pari di Misuraca gela il Menti, memore di quanto accaduto contro l’Ascoli meno di un mese fa. Ma la Juve Stabia stavolta è viva, e torna avanti con Forte, ancora in gol dopo quello da tre punti a Trapani. La sua zampata consente di mettere la freccia ai gialloblù che non si fermano e con Calvano prima, e Canotto poi, pongono il sigillo sul poker che spegne il Pordenone. Nella ripresa c’è solo il tempo per Burrai, l’ex, di accorciare su punizione, ma alla fine è tripudio per i padroni di casa che archiviano la pratica e mettono lo Spezia nel mirino. “In questo avvio di stagione abbiamo raccolto sicuramente meno di quanto seminato sul campo – spiega Calvano a fine gara -, con questi due successi di fila ci rimettiamo in corsa con una vittoria importantissima anche in vista del prosieguo di campionato. Ci siamo, siamo vivi, e crediamo nelle nostre chance di arrivare alla salvezza diretta”. Ultimo aggiornamento: 17:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA