Juve Stabia, su Canotto c'è il Chievo:
Vitiello dice addio, dubbio Mezavilla

Martedì 25 Agosto 2020 di Gaetano D'Onofrio
Disdetto il ritiro di Rivisondoli, per i problemi logistici legati ad un mercato che rischia di concludersi a ridosso dell’avvio di stagione, la Juve Stabia si prepara al raduno che tra il 27 ed il 28 agosto porterà i calciatori attualmente in rosa a sostenere i vari test per l’emergenza Covid, così da partire con la preparazione entro gli inizi della prossima settimana. Ancora le uscite il primo obiettivo del diesse Ghinassi che ha ormai quasi definito su quali calciatori dell’ultimo anno puntare per un torneo di riscatto, sia pure in serie C. Non farà parte del progetto Juve Stabia l’ormai ex capitano, Roberto Vitiello. Per lui è il tempo di appendere le scarpette al chiodo per una nuova opportunità che la Fiorentina gli ha offerto nello staff tecnico di Iachini. Dopo una carriera di spessore con l’apice a Palermo, l’esterno rescinderà l’accordo con i gialloblù per una nuova esperienza professionale. In via d’uscita l’ex Ascoli, Bright Addae, rescissione ad un passo anche per Canotto. Su di lui varie società, tra cui il Vicenza, ma nelle ultime ore in pole è passato il Chievo Verone che vorrebbe puntare sulla sua capacità di saltare l’uomo nel costruire la squadra che il prossimo anno dovrà riprovare l’assalto alla serie A. In uscita, infine, Tonucci, anche se per ora non ci sono offerte concrete per l’ex Foggia che, salvo novità dell’ultima ora, partirà con il gruppo a disposizione di Padalino. Da verificare la posizione di Mezavilla che, in scadenza, potrebbe rientrare nei piani del club come calciatore bandiera, l’uomo di fiducia a cui “affidare” lo spogliatoio nei momenti difficili. Ultimo aggiornamento: 17:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA