Balotelli, da SuperMario a disoccupato:
il Monza lo scarica, da oggi è svincolato

Giovedì 1 Luglio 2021
Mario Balotelli

«Da ora Balotelli è libero e al momento non è previsto alcun rinnovo» così Adriano Galliani ha annunciato la fine del rapporto tra Mario Balotelli e il Monza. Da oggi Mario Balotelli è svincolato, il Monza di Silvio Berlusconi non ha rinnovato il contratto con l'attaccante. 

Il giocatore trentenne, sempre meno sotto i riflettori per meriti sportivi, è quindi libero di vestire qualsiasi maglia a parametro zero. Il suo procuratore Mino Raiola, però, non sembra aver ricevuto proposte per la prossima stagione e, dunque, Balotelli rischia di restare disoccupato a lungo. 

Ad annunciare la fine del rapporto tra il club brianzolo e l'ex giocatore della Nazionale è stato Adriano Galliani, amministratore delegato del Monza, che all'apertura della sessione di calciomercato estivo ha dichiarato la fine del legame. «Il mercato però è dinamico» ha concluso. Commento finale che, però, appare più di circostanza che altro. Il Monza calcio ha, di fatto, scaricato Mario Balotelli.

La parabola discendente di SuperMario sembra non esaurirsi più. L'attaccante in poche stagioni è passato da promessa limpida e cristallina del calcio internazionale a calciatore ancora trentenne svincolato da una squadra di Serie B. Dopo un avvio di carriera in rapida ascesa, dove ha vestito maglie prestigiose come quelle di Inter, Machester City, Milan e Liverpool calcando i palcoscenici più importanti d'Europa, Mario Balotelli ha vissuto un declino ancor più rapido. In cinque stagioni è passato dal Nizza all'Olimpique Marsiglia prima di vivere una retrocessione con il Brescia e alla serie B con il club brianzolo. Una carriera in cui non ha mai fatto mancare polemiche e discussioni in tutte le squadre in cui ha militato. 

Nel campionato cadetto ha realizzato 6 reti in 14 presenze, ma i suoi gol non gli sono valsi il rinnovo e dunque non gli hanno impedito di sprofondare ancor di più. A incidere sempre di più sul suo futuro ci hanno pensato una scarsa tranquillità e una mancanza di continuità di rendimento che hanno impedito al giocatore di riaffermarsi come il calciatore di qualità eccelsa che stupì il mondo ad inizio carriera. Prima che una personalità forte prendesse il sopravvento sulla sua classe con il pallone ai piedi.

 

Una discesa agli inferi che lo porta, alla soglia dei trentun'anni, ad essere disoccupato. Nessuno sembra più credere in SuperMario. La nomea di calciatore spacca spogliatoio e i suoi atteggiamenti irrispettosi nei confonti di società sembrano aver tagliato definitivamente le gambe ad uno dei numeri 9 più forte degli ultimi anni. L'unico club che ha mostrato un interesse nei confrondi di Balotelli è stato l'Adana Demispor, squadre neo promossa nel massimo campionato turco. Ma anche questa pista non sembra già più percorribile. 

 

Nonostante la strana sensazione del primo giorno da disoccupato, Mario Balotelli appare sereno. Sui Social, infatti, ha messo video in cui si allena. L'obiettivo, dunque, sembra farsi trovarsi pronto al momento di una chiamata. L'ennesima chiamata da sfruttare per trovare quel riscatto che pare sempre più difficile. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA