Maxi Lopez va all'attacco:
«In Italia comanda Lotito»

Venerdì 1 Maggio 2020 di Giuseppe Mustica
Un attacco sfrontato a Lotito. Un attacco deciso e quanto mai illogico al momento arrivato da Maxi Lopez che ha costretto il Crotone, società attualmente proprietaria del cartellino, a prendere le distanze. L'ex di Milan e Samp ha parlato ad una tv Argentina:"Se in Italia fanno quel che hanno fatto in Francia succede una guerra mondiale. Qui è completamente differente, il presidente della Lazio, Claudio Lotito, è il presidente della Federcalcio. Per lui già un mese fa si poteva giocare. Qui un'entità più importante come la UEFA o la FIFA dovrà prendere una decisione". Queste le parole di Maxi Lopez, che hanno costretto Vrenna a prendere le distanze. "Il Football Club Crotone intende prendere le distanze dalle dichiarazioni del suo tesserato Maxi Lopez, rilasciate ieri sera ad una televisione argentina e riprese da diverse fonti anche nazionali. Il club evidenzia come il calciatore abbia parlato con leggerezza, certamente eccessiva, così una battuta – comunque infelice – grazie alla cassa di risonanza dei social network si è diffusa in tempi brevissimi. La società, con in testa il Presidente Gianni Vrenna ed il Direttore Generale Raffaele Vrenna, da sempre in ottimi rapporti con i vertici istituzionali e profondamente rispettosa del loro lavoro e delle loro decisioni, pur riconoscendo la buona fede dell’attaccante, si dissocia e comunica". Nella nota della società calabrese si parla anche di possibili provvedimenti disciplinari nei confronti dell'attaccante.  Ultimo aggiornamento: 11:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA