Vince la Cremonese, Juve Stabia
nel baratro: la C ad un passo

Lunedì 27 Luglio 2020 di Gaetano D'Inofrio
Cala il buio sul Romeo Menti. La Juve Stabia è ad un passo dalla serie C. E al 90’ la contestazione dei tifosi, per tutta la gara all’esterno dello stadio ad incitare Forte e compagni, esplode con cori di rabbia e delusione. Dopo l’exploit in rimonta contro il Chievo Verona venerdì scorso la piazza aveva cominciato a credere addirittura alla salvezza diretta, possibile con due successi contro Venezia e Cremonese, ma nel momento clou della stagione la squadra di Caserta si scioglie come neve, e dopo la sconfitta, sia pure con recriminazione per un gol annullato a Forte, anche contro la Cremonese arriva uno stop che, complice la cinquina del Cosenza ad Empoli, consente ai calabresi di mettere la freccia e di superare gli stabiesi. Venerdì sera, all’ultimo turno, servirà un autentico miracolo, nello scontro diretto al Marulla, per riagguantare quanto meno i play-out. Caserta sceglie Addae a centrocampo con Canotto fin dal primo minuto per un 4-2-3-1 che lascia troppo solo in avanti Forte. Al 9’ la prima doccia è gelata. Angolo di Castagnetti, e Ciofani gira alle spalle di Provedel. La Juve Stabia è in campo, nel finale ha da recriminare per un possibile rosso a Dos Santos per fallo su Mallamo lanciato a rete, e persino per un gol annullato a Forte per fuorigioco. Nella ripresa poca Juve Stabia, la Cremonese controlla senza particolari pericoli, ed al 40’ ancora Ciofani trova il gol che spegne ogni speranza, lanciato sul filo del fuorigioco da Dos Santos. Nel recupero la prima, inutile, rete stagionale di Rossi, che serve a poco. A Cosenza, venerdì, l’ultimo atto della stagione regolare, ma per evitare la retrocessione servirà l’impresa. © RIPRODUZIONE RISERVATA