Pescara-Juve Stabia, Vitiello avverte:
«Siamo pronti, ma quante incognite...»

Martedì 16 Giugno 2020 di Gaetano D'Onofrio
Seduta di tattica e la festa per il compleanno di Di Gennaro, la Juve Stabia si avvicina a piccoli passi alla trasferta di Pescara che, sabato sera (ore 18), sancirà la ripresa della sua stagione, con le dieci finali, come le ha ribattezzate il diesse Ciro Polito, per la salvezza diretta in B. A parlare della ripartenza, cui canali social del club, è stato Roberto Vitiello, capitano in pectore dei gialloblù: «È stato un periodo difficile – queste le sue parole -, ce lo siamo lasciato alle spalle, e possiamo ricominciare a giocare. E questo ci rende enormemente felici. È stata dura, inutile negarlo, una situazione nuova per tutti, dover restare chiusi per obbligo in casa non era semplice, ma ne siamo venuti fuori, ed ora è tempo di riprendere la nostra attività».

Una trasferta, quella di Pescara, insidiosa già a marzo, ancor di più adesso: «Non c’è dubbio – conclude il difensore -, ci sono tante incognite contro una squadra forte. Lo stop forzato non ci consente di anticipare nulla. Sono giorni che lavoriamo, ma un calciatore non è mai rimasto fermo in carriera per tre mesi consecutivi, ed i dubbi sulle reali condizioni, nostre come le loro, ci sono, eccome. La voglia di ripartire col piede giusto, però, ci consentirà di arrivare pronti alla trasferta abruzzese». © RIPRODUZIONE RISERVATA