Salernitana, aggredita la figlia
di Grassadonia: la famiglia lascia Salerno

Domenica 9 Maggio 2021 di Enrico Vitolo
Salernitana, aggredita la figlia di Grassadonia: la famiglia lascia Salerno

Semplicemente vergognoso. Nella serata di sabato, a due giorni dalla sfida decisiva contro il Pescara, a Salerno la figlia diciottenne di Gianluca Grassadonia, tecnico degli abruzzesi, è stata vittima nei pressi della propria abitazione di un'aggressione da parte di alcuni fantomatici tifosi della Salernitana. Immediata la vicinanza da parte del club granata: «L’U.S. Salernitana 1919 stigmatizza e condanna i comportamenti intimidatori ed offensivi messi in atto in queste ore da qualcuno nei confronti dei familiari dell’allenatore del Pescara Calcio, il signor Gianluca Grassadonia. Una partita di calcio, pur se importante e decisiva, resta tale e non può scatenare simili manifestazioni di violenza verbale. Tutto deve restare nell’ambito della vicenda sportiva e sul rettangolo di gioco. Purtroppo, questa è anche la conseguenza di un clima costruito ad arte per generare odio da personaggi di basso calibro che puntualmente pubblicano sul web false notizie. Ci risulta, infatti, da fonti certe che il signor Grassadonia nella sua conferenza stampa non abbia mai fatto alcun riferimento alla Salernitana né parlato della gara in programma lunedì. Purtroppo, mentre l’U.S. Salernitana 1919 compie il suo massimo sforzo per provare a raggiungere uno storico obiettivo e regalare un’immensa gioia ai suoi tifosi c’è ancora chi infanga il nome del club e della città con manovre subdole ispirate da interessi meramente personali».

Intanto la famiglia Grassadonia è pronta a lasciare definitavemente la città di Salerno come dichiarato dalla moglie del tecnico attraverso un post sul proprio profilo Facebook.  

Ultimo aggiornamento: 10 Maggio, 07:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA