Salernitana, tris al Sudtirol:
adesso c'è la Samp in Coppa Italia

Mercoledì 30 Settembre 2020 di Enrico Vitolo

La positività di un calciatore granata, ufficializzata poco prima del fischio d'inizio, ruba un po la scena sulla prima vittoria stagionale della Salernitana ottenuta nel secondo turno di Coppa Italia contro il Südtirol (3-0). Ad oggi, comunque, tutti gli altri tamponi risultano negativi, ma nelle prossime ore verranno ovviamente ripetuti come da protocollo. Ma veniamo alla partita dell'Arechi. Rispetto al debutto in campionato, questa volta Castori rimodella la squadra optando per il 4-4-2 e facendo esordire in stagione Bogdan e Gyomber in difesa e Lombardi (tra i più in palla) a centrocampo. Ma le risposte, da parte di tutti, non sono incoraggianti. Nonostante la differenza di categoria, e quindi di conseguenza di valore, i granata nel primo tempo giocano decisamente sotto ritmo. Un paio di occasioni per passare in vantaggio vengono comunque costruite: al 15' punizione dalla sinistra di Cicerelli per Gyomber che di piatto sfiora il palo alla sinistra di Poluzzi, al 39' invece tentativo di destro di Lombardi da fuori area che viene deviato in angolo. Nel mezzo, però, il Südtirol crea l'occasione più concreta dei primi 45 minuti, ma al 35' Karic solo davanti alla porta calcia incredibilmente sopra la traversa.

Meno evidente ma comunque interessante è l'occasione che gli ospiti costruiscono al 50', ma per fortuna Gyomber poco prima della linea di porta ci mette una pezza in scivolata ed evita epiloghi peggiori sul tocco sotto di Beccaro che scavalca Belec. Tempo tre minuti dalla paura e la Salernitana riesce finalmente a dare un senso differente alla partita con Tutino che deve solo appoggiare in rete dopo la devizione non perfetta di Poluzzi sulla botta di Di Tacchio dai venti metri. Dopo il gol granata, infatti, la partita prende una piega diversa. Al 56' potrebbe arrivare anche quello della tranquillità, ma la conclusione di uno scatenato Cicerelli che taglia in bello stile il campo scheggia la traversa. E così tutto resta in bilico, con il Südtirol che al 58' torna rendersi pericoloso con Karic ma la sua conclusione è respinta da un attento Belec. Ma ormai la Salernitana ha cambiato marcia e da la sensazione di poter archiviare in poco tempo la pratica. E così effettivamente sarà. Dopo la parata di Poluzzi su Tutino al termine di una bella azione personale (59'), torna a rendersi pericoloso Cicerelli (60') che stavolta non sbaglia e con un tiro di destro dall'interno dell'area di rigore trova la rete del doppio vantaggio. Questo, però, non mette al tappeto gli ospiti che al 65' e al 74', prima di rimanere in dieci per l'espulsione di Davi, ci provano con Fink, ma Belec e poi la mira tutt'altro che precisa lasciano tutto invariato. Fino al 88' quando il neo entrato Capezzi su un assist involontario di Giannetti chiude definitivamente la pratica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA