Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Andria-Paganese 1-0,
una sconfitta che fa male

Lunedì 21 Marzo 2022 di Franco Lorusso
Andria-Paganese 1-0, una sconfitta che fa male

Altro giro, altro scivolone. La Paganese perde ancora, ma questa volta lo fa contro una rivale diretta. Di misura la Fidelis Andria conquista la vittoria, allo Stadio degli Ulivi, grazie al rigore realizzato da Urso alla metà della prima frazione. Decisivo il presunto fallo di Perlingieri su Carullo, anche se per l'ennesima volta la difesa liguorina si è addormentata su una rimessa laterale. A nulla sono serviti i tentativi di rimonta azzurrostellati che, nonostante la superiorità numerica per circa 40’, non sono stati in grado di trovare il pari: Gaeta riceve il secondo cartellino giallo personale della partita, ma i liguorini a gran voce chiedono un rigore indicando all'arbitro come il fallo sia avvenuto sulla linea dell'area. Il direttore di gara espelle l'ex del match, ma non concede agli ospiti il rigore. Da qui in poi la Paganese crea tanto. All'82’ Tissone spizza una palla lunga per Tommasini che ci prova in spaccata, la sfera però scheggia la parte esterna del palo. L'ultimo episodio concitato del match avviene al 93’ e nella circostanza proprio l'ex punta del Pisa si invola verso Saracco, da cui viene steso in area. L'arbitro però non se la sente di decretare il rigore per gli ospiti, scatenando proteste furiose sulla panchina azzurrostellata. A pagare è Konate, espulso dal direttore di gara per proteste. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA