Avellino, Carriero chiede una maglia
per la partita contro la Turris

Venerdì 26 Novembre 2021
Avellino, Carriero chiede una maglia per la partita contro la Turris

Il giovedì, canonico giorno in cui ci si ritrova al Partenio-Lombardi per provare uomini e schemi contro squadre minori o ragazzi delle giovanili, l'Avellino trova facilmente la via del gol. Magra consolazione per Piero Braglia che in campionato ha esultato appena 16 volte in 15 partite ma che, ieri pomeriggio, ha visto i suoi ragazzi rifilare 11 reti, tutte in una volta, ai baldi under della Primavera 3 allenati dal duo Tonino Iandolo - Raffaele Biancolino. Un punteggio più rotondo delle precedenti occasioni, probabilmente anche per il maggiore impegno e cinismo preteso dallo stesso mister nelle esercitazioni, che è stato mitigato dal gol del sedicenne Pio D'Anna servito per chiudere il tabellino del test disputato in preparazione della delicata sfida di domenica pomeriggio al Liguori di Torre del Greco. Contro la Turris, avversario che precede i biancoverdi in classifica con quattro punti di vantaggio, ma soprattutto con un attacco mitraglia (il migliore del raggruppamento con 29 reti realizzate), Maniero e compagni saranno chiamati a riscattare il passo falso di sabato scorso contro il Picerno che, oltre al nono pareggio stagionale, ha fatto riesplodere dubbi, perplessità e critiche verso un organico che appare incompleto e, soprattutto, con le polveri bagnate in attacco. Cosa che, come detto, non si è verificata ieri anche perché dalla batteria dei bomber Maniero, Gagliano, Plescia e lo stesso Messina hanno tentato tutti di lanciare qualche messaggio in codice al tecnico toscano provando a candidarsi per una maglia da titolare. L'unica disponibile nel ruolo di terminale offensivo, posto singolo previsto sia in caso di conferma del 4-2-3-1(improbabile) che di ritorno al 3-4-3 (speculare a quello della Turris), per il momento resta quasi ad esclusivo appannaggio di Riccardo Maniero. L'ariete partenopeo, che da quando è tornato arruolabile ha realizzato due reti e colpito altrettanti legni in tre partite, ieri è stato anche l'unico a mettere a segno una doppietta.

Tra i calciatori osservati con maggiore attenzione c'è stato Giuseppe Carriero. La ruspa, artefice finora di un campionato in tono minore anche per colpa di un malanno muscolare che gli ha fatto saltare cinque partite, è rientrato sabato scorso in sordina disputando un secondo tempo davvero poco convincente contro i lucani. Ieri, schierato in coppia con D'Angelo, è apparso invece più pimpante andando anche in rete al pari del compagno di reparto. Malgrado ciò l'ex Parma resta in ballottaggio per sostituire Aloi ed in concorrenza con Matera, a sua volta in vantaggio sugli altri centrocampisti De Francesco e Mastalli. Sulla corsia di destra, invece, Rizzo (gol a parte da aggiungere a quelli di Silvestri, Di Gaudio e un autogol) ha confermato di attraversare un discreto stato di forma a differenza di Ciancio che solo ieri si è riaggregato al gruppo disputando uno scampolo di partita. Quanto basta per far persistere il dubbio sul suo impiego fino alla vigilia del match.

Al Liguori di Torre del Greco i biancoverdi non saranno soli perché il Gos, riunitosi ieri pomeriggio, ha fatto scattare il semaforo verde ai tifosi irpini. Concessione frutto della mediazione e di alcune prescrizioni che i sostenitori dell'Avellino dovranno seguire in maniera attenta onde evitare di entrare in contatto con la tifoseria di casa con cui, comunque, non intercorrono rapporti di astio. Alla luce dell'ubicazione dello stadio di Torre del Greco, della vicinanza con la Circumvesuviana e della completa mancanza di parcheggi, le forze dell'ordine hanno indicato un percorso obbligato per raggiungere il settore Distinti riservato agli ospiti con uscita al casello autostradale di Torre del Greco, dove è stata individuata l'adiacente area San'Elena per il parcheggio di auto e pullman. Il trasferimento allo stadio, pertanto, avverrà a bordo di apposite navette. Per questa ragione, allo scopo di favorire le operazioni di prefiltraggio e controllo, è stato raccomandato di raggiungere Torre del Greco con largo anticipo rispetto all'orario di inizio del match. Quasi mille i tagliandi a disposizione degli ultrà avellinesi che potranno acquistarli nelle rivendite, ma anche online, del circuito Go2 (www.go2.it) al prezzo di 20 euro, a cui vanno aggiunti i diritti di prevendita, entro le 19 di domani sera. Un prezzo non certo popolare anche se la Turris ha previsto una serie di sconti per gli under 18 (nati dal 2003 al 2007), donne ed over 65 che pagheranno15 euro; sarà di 5 euro, invece, il costo del tagliando per gli under 13 (nati dal 2008 al 2012) mentre per coloro i quali sono nati dal 2013 in poi l'ingresso sarà gratuito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA