Bisogno ipnotizza Scarpa
0-0 nel derby del Torre

Domenica 11 Ottobre 2020 di Danilo Sorrentino

Il primo derby campano della stagione (Avellino-Turris alla prima giornata su sospesa dopo 10') termina senza vincitori nè vinti. Fra Paganese e Cavese, però, il punto va meglio agli aquilotti di Modica che, dopo due sconfitte di fila in casa, muovono la classifica imponendo lo 0-0 agli azzurrostellati. La squadra di Alessandro Erra, invece, non ha motivi per sorridere perchè il pareggio è una mezza sconfitta. La Cavese ha giocato in dieci uomini per oltre un'ora, a causa dell'espulsione del suo portiere alla mezz'ora del primo tempo, e Scarpa a metà ripresa si è fatto ipnotizzare dal dischetto da Bisogno, subentrato proprio a D'Andrea.

Primo tempo avaro di emozioni, eccezion fatta per l'episodio che porta al rosso dell'estremo difensore della Cavese, scelto da Modica dopo l'errore di Bisogno nel finale di partita col Bari: il portiere esce alla disperata fuori dall'area su Guadagni lanciato a rete e viene espulso dall'arbitro. I blufoncè si sistemano con un accorto 4-4-1 e passerebbero anche con De Paoli prima dell'intervallo, ma l'arbitro annulla per offside. 

Meglio la Paganese nel secondo tempo, spinta anche da Scarpa al posto di Bramati. Gli azzurrostellati sfiorano il vantaggio con il tuffo di Onescu (11') e con la mezza girata di Diop sul quale Bisogno è attento. Il portiere, però, il capolavoro lo compie nella sfida generazionale con il 40enne Scarpa dal dischetto, per un rigore concesso per un mani di De Franco. Il classe 2000 respinge il penalty centrale del capitano della Paganese e salva i suoi. I padroni di casa non reagiscono e la gara si avvia verso il pareggio ad occhiali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA