Casertana in «vacanza»,
una fortuna per l'infermeria

Mercoledì 11 Marzo 2020 di Riccardo Marocco
Il calcio italiano si ferma per l'emergenza Covid-19 e, di conseguenza, la Casertana si adegua a quanto disposto dal Governo per arginare il diffondersi del virus. Tutto fermo fino al 3 aprile conseguente annullamento di tutte le gare in programma. La compagine rossoblù, lo ricordiamo, avrebbe dovuto affrontare domenica prossima il Teramo al Pinto, mentre nel turno successivo avrebbe dovuto rendere visita alla Viterbese nel monday night match in cui, appunto, era prevista la diretta televisiva dalle telecamere di Rai Sport. Il giovedì successivo, poi, nel turno infrasettimanale, sarebbe dovuto toccare alla capolista Reggina salire a Caserta prima che il derby al Partenio contro l'Avellino avrebbe chiuso il ciclo di partite che la Lega Pro aveva stabilito di far giocare a porte chiuse secondo quelle che erano le disposizioni iniziali del Governo italiano prima che la situazione evolvesse nella maniera che tutti conosciamo. Tutto rinviato, quindi, a domenica 5 aprile, data in cui dovrebbe essere prevista la ripresa delle ostilità, anche se sussistono ancora margini di incertezza sul fatto che dopo quella data il calcio italiano possa realmente riprendere.
IL BLOCCO
Ad ogni modo, la Casertana nel suo interno ha innanzitutto disposto la sospensione fino a domenica prossima delle sedute di allenamento ed ogni tipo di attività che interessi la prima squadra, mentre nei giorni successivi sono in programma gli interventi di sanificazione di tutti gli ambienti del Pinto. Chiusi al pubblico anche gli uffici della sede sociale di Corso Trieste, mentre è stata disposta anche la sospensione di tutte le attività del settore giovanile. La Casertana, quindi, risponde con senso di responsabilità a quanto sta accadendo con la speranza che il tutto possa rientrare nella normalità al più presto.
GLI INFORTUNATI
Per l'equipe rossoblù questo periodo di sosta appare, per certi versi, propizio soprattutto per recuperare i diversi giocatori che hanno salato le ultime partite per infortunio, a cominciare da Zito. L'esterno ex Salernitana ha rimediato una seria distorsione alla caviglia sinistra in occasione del match contro la Sicula Leonzio e che finora gli ha fatto saltare il derby con la Cavese e la trasferta di Monopoli. Buon anche per capitan Rainone che avrà modo di recuperare in maniera più efficiente l'infortunio alle ossa nasali, ricordo di uno scontro di gioco nel confronto casalingo contro la Viterbese. Un periodo di sosta che potrebbe favorire anche il recupero dei centrocampisti Laaribi e Santoro, entrambi alle prese con problemi di natura muscolare. Insomma, per la Casertana questo stop consentirebbe alla ripresa di recuperare tutti gli effettivi e, di conseguenza, proseguire quella marcia di avvicinamento alla zona play off.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA