Al Menti fa festa il Palermo:
la Juve Stabia dice addio ai play-off

Mercoledì 19 Maggio 2021 di Gaetano D'Onofrio
Al Menti fa festa il Palermo: la Juve Stabia dice addio ai play-off

Niente da fare, la Juve Stabia lascia mestamente i play-off promozione con una prova scialba ed opaca contro il Palermo al Romeo Menti, subendo un gol per tempo, uscendo dalla competizione per la B a testa bassa, confermando, in pratica, quanto palesato contro la Casertana nel primo turno, quando solo un rigore concesso nel finale aveva consentito di evitare il crack dopo il gol di Castaldo. Micidiale e decisivo, ancora una volta, un ex di turno, quel Yaye Kanouté che, protagonista qualche anno fa con la casacca gialloblù, diventa la vera spina nel fianco della squadra di Padalino, schierato in pratica come “falso nueve” con Santana e Floriano a rimorchio. Fuori Lucca, uno dei protagonisti del torneo dei siciliani, Filippi chiede ai suoi di giocarsela fin dalle prime battute, per cerca di mettere in difficoltà una Juve Stabia, che avrebbe avuto, invece, dalla sua, addirittura la possibilità di giocare col doppio risultato a favore. Al 18’ del primo tempo è proprio Kanouté a trovare il cross che Valente capitalizza a centro area, lasciato colpevolmente solo da Mulé. La Juve Stabia sembra non riuscire mai ad entrare realmente in gara, e nella ripresa subisce addirittura il raddoppio. Stavolta Valente diventa uomo assist per la testa di Saraniti, bravissimo ad anticipare Elizalde e di testa depositare in rete. Solo sul doppio svantaggio Padalino decide di cambiare una squadra in grande difficoltà, inserendo sia Fantacci che Cernigoi, con la mossa della disperazione nel finale addirittura di Ripa, ma l’unico vero impegno per Pelagotti è sul tiro di Fantacci a tempo ormai scaduto. Cala il sipario sul Menti, la Juve Stabia chiude la sua stagione, col rammarico di quanto aveva mostrato nel finale, e che non è mai riuscita a replicare nella poule promozione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA