Casertana, Floro Flores:
«Addio al calcio»

Giovedì 30 Gennaio 2020 di Riccardo Marocco
Una decisione annunciata ma arrivata in anticipo rispetto ai pronostici.
Una decisione, secondo indiscrezioni, presa in maniera definitiva nella giornata di martedì quando l'attaccante partenopeo si è recato al campo per comunicare la decisione alla società e a quelli che sono ormai i suoi ex ultimi compagni di avventura. Nella tarda mattinata di ieri, poi, il comunicato ufficiale della Casertana che informava gli organi di stampa della decisione di Floro Flores di smettere di giocare. «Un passo di certo non facile per chi come me ha sempre corso dietro ad un pallone le prime parole di Floro Flores attraverso il sito web ufficiale del club rossoblù - Sono tante le emozioni e i pensieri che mi passano per la testa in questi momenti. Un'infinità di sensazioni che proverò a raccontare in conferenza stampa». Oggi, infatti, conferenza stampa nel ventre del Pinto, anche se già ieri un primo assaggio di quelle che sono le sue sensazioni al riguardo le ha esternate attraverso un famoso social network. «La mia mente è quella di un bambino - si legge tra l'altro - ma il mio corpo non è più allineato. Però vorrei ringraziarti (chiaro il riferimento al calcio. N.d.r.) perché mi hai tolto dalla strada, mi hai fatto sognare, mi ha regalato emozioni che non si possono descrivere. Perché volevo realizzare un sogno, quello di giocare in serie A, incontrare idoli, campioni e grandi allenatori! Incontrare tante persone che mi hanno aiutato a crescere e a formarmi come uomo».
Domenica scorsa l'ultimo impegno ufficiale tra i professionisti con Ginestra che nel match contro il Rieti l'ha schierato dal primo minuto di gioco. «Floro Flores in questo momento qualcosa ci deve dare - aveva detto il tecnico rossoblù proprio alla del match contro la compagine laziale - perché ne abbiamo bisogno. Scherzosamente gli ho detto che adesso ci deve far vincere qualche partita».
Dopo queste parole, arriva puntuale l'impiego di Floro Flores dal quale, però, ne sono venuti fuori cinquantasette minuti anonimi, poco o per niente utili alla causa rossoblù. È probabile che proprio quest'ultima prestazione sia stata la spinta definitiva circa la decisione presa dal giocatore. Floro Flores, dopo quasi vent'anni trascorsi sui campi della massima serie con le casacche, tra le altre, di Napoli, Udinese, Genoa e Sassuolo oltre a una breve esperienza nella Liga Spagnola nelle file del Granada, giunse a Caserta verso la fine dell'estate del 2018 al culmine di una faraonica campagna acquisti della Casertana rivelatasi, poi, fallimentari visti i risultati ottenuti. Per lui in questo anno e mezzo in maglia rossoblù Floro Flores diversi infortuni e soltanto ventinove presenze in campionato, di cui undici da titolare, condite da appena quattro reti all'attivo, cinque in tutto se consideriamo il gol contro il Bisceglie in Coppa Italia di Lega Pro disputatosi lo scorso 6 novembre. E' chiaro che a questo punto è lecito attendersi che la società sia più attiva in questi ultimi giorni della finestra invernale del calciomercato. Dopo l'addio di Floro Flores, infatti, il reparto offensivo si è ora ridotto a tre elementi, formato, cioè, da Castaldo e Starita (quindici gol in due finora ma con l'ex bomber dell'Avellino che ha saltato metà girone d'andata per infortunio) oltre Cavallini, quest'ultimo, però, autore per ora di una stagione piuttosto avara di soddisfazioni. Il patron D'Agostino e il responsabile dell'area tecnica Violante stanno certamente facendo le loro valutazioni e in queste ore è spuntato il nome di Gaston Corado, punta centrale di nazionalità argentina già alla Casertana nella stagione 2016/2017 e attualmente tesserato con la Virtus Francavilla.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA