La Casertana infiamma il mercato:
dopo Neglia e Ferrari spunta Cerofolini

Mercoledì 8 Gennaio 2020 di Riccardo Marocco
Il mercato di gennaio è entrato ormai nel vivo, anche se i colpi messi a segno finora dalle varie società di Lega Pro sono piuttosto diradati. Tanti, invece, i nomi di giocatori accostati a diversi club, situazione alla quale non si sottrae anche la Casertana. Dopo i nomi di Neglia e Ferrari spuntati nei giorni scorsi e puntualmente smentiti, nella giornata di ieri dal web ne sono circolati altri due. Si tratta del portiere Michele Cerofolini, classe 1999, di proprietà della Fiorentina lo scorso anno diviso tra Cosenza (due presenze in serie B) e Bisceglie quando nel mercato di gennaio andò a sostituire l'attuale estremo difensore rossoblù Crispino.

Tredici le presenze in terra pugliese del ventenne portiere originario di Arezzo, prima di subire le lesione del legamento crociato lo scorso maggio in occasione del match contro la Cavese. Fatto sta, però, che l'entourage del calciatore smentisce l'interessamento del club rossoblù. «È richiesto da diversi club - dice Furio Valcareggi, agente di Cerofolini - ma da Caserta non ho avuto nessun contatto». Smentite giungono anche dall'entourage di Alessandro Provenzano, l'altro profilo accostato alla Casertana, ventottenne centrocampista ex Cuneo e Reggina attualmente in forza all'Imolese dell'ex rossoblù Stefano Padovan. Del resto, sarebbe stata poco credibile quest'ultima voce poiché il profilo dello stesso Provenzano mal si concilia, soprattutto dal punto di vista anagrafico, con quelli che sono gli ideali obiettivi di mercato della Casertana.

Nel frattempo, prosegue la preparazione della formazione rossoblù in vista del match esterno contro il Rende. club che proprio ieri ha messo a segno il suo primo colpo di mercato in questa sessione invernale assicurandosi le prestazioni dell'attaccante Fornito, ceduto a titolo definitivo dal Catania. Ieri seduta pomeridiana di allenamento sul manto erboso del Pinto alla quale non ha preso parte il centrocampista Laaribi che sta ancora seguendo la terapia finalizzata al recupero dall'infortunio al legamento collaterale rimediato alla vigilia del match contro il Bari. da escludere, pertanto, la sua presenza contro quella che è stata fino allo scorso anno la sua ex squadra. Altro probabile forfait è quello dell'altro centrocampista Lezzi che anche ieri ha seguito un programma di lavoro differenziato. L'ultima apparizione di Lezzi, lo ricordiamo, risale al 3 novembre scorso in occasione del match interno con la Viterbese. Poi, l'infortunio muscolare rimediato alla vigilia della trasferta di Reggio Calabria che lo tiene ancora lontano dai campi di gioco. Più probabile un suo rientro in gruppo per il confronto casalingo contro la Virtus Francavilla. Per il resto, tutti a disposizione del tecnico Ginestra, eccezion fatta per Adamo che domenica sconterà il primo dei due turni di squalifica comminatigli dal giudice sportivo a seguito del cartellino rosso diretto rimediato in occasione della gara contro il Bari. Pienamente recuperato Castaldo sia fisicamente dopo il lungo infortunio alla caviglia che l'ha tenuto fuori gioco per sei partite consecutive e sia mentalmente dopo il chiarimento esternato dal suo procuratore nei giorni scorsi circa un suo possibile passaggio all'Avellino. Dovrebbe ricomporsi, quindi, la coppia offensiva Castaldo-Starita, anche perché appare difficile che il tecnico Ginestra opti già da domenica quel 4-3-3 sperimentato negli ultimi due test amichevoli contro i Tre Pini e la formazione Berretti. A posto anche Floro Flores, comunque almeno inizialmente destinato alla panchina. Designata, intanto, la terna arbitrale del match contro il Rende. Dirigerà l'incontro il fischietto di origini albanesi Eduart Pashuku, iscritto presso la sezione Aia di Albano Laziale che sarà coadiuvato dagli assistenti di linea Riccardo Pintaudi di Pesaro e Mattia Politi, quest'ultimo proveniente da Lecce. Ultimo aggiornamento: 10:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA