Casertana, testa al derby: arriva
la Paganese dopo la Coppa Italia

Venerdì 29 Novembre 2019 di Domenico Marotta
Sotto con la Paganese. La sconfitta in Coppa Italia subita mercoledì sera a Catanzaro era preventivabile. Il turn over operato da Ginestra, un po' per far fronte agli infortuni ed un po' per dare spazio a chi ha giocato meno, ha consegnato alle vecchie volpi calabresi una Casertana pimpante ma troppo giovane ed inesperta per sognare il passaggio del turno.

Poco male, la Coppa non era un obiettivo dei falchetti e archiviato senza contraccolpi il 2-0 subìto al Ceravolo, già ieri la squadra ha ripreso ad allenarsi per il ben più importante derby di campionato in programma domenica al Pinto contro la Paganese alle 17.30. Nella prossima partita ci sono in palio punti importanti per aumentare il già confortante margine di vantaggio sulla zona playout e consolidare una buona posizione nella griglia playoff. Dal campo di allenamento, dove chi non ha giocato mercoledì si è allenato più intensamente degli altri, arrivano notizie confortanti sulle condizioni di Rainone e Castaldo. I due big hanno concluso la serie di fisioterapie utile a smaltire gli infortuni alle caviglie e cominciato il lavoro differenziato che potrebbe restituirli a Ginestra già domenica. Con loro anche il giovane Cavallini.

LEGGI ANCHE Il grande flop in Coppa Italia: vince Catanzaro, Casertana fuori

L'unico rimasto fermo (oltre al lungodegente Lezzi) è Longo colpito da un attacco febbrile mercoledì mattina. Contro la Paganese, dunque, ci sarà di nuovo in campo la Casertana migliore, o quasi, con l'obiettivo di centrare i tre punti così importanti per il prosieguo del campionato. Con la spinta in più del Pinto che in questa stagione è un vero e proprio fortino: finora, tra le mura amiche la Casertana non ha mai perso ed ha collezionato cinque successi e due pareggi. Un'altra vittoria consentirebbe alla squadra di affrontare le tre successive partite proibitive contro Ternana, Bari e Potenza con la spensieratezza che spesso porta a risultati clamorosi. Soprattutto, darebbe a Ginestra la certezza di chiudere il girone di andata con più punti di quelli che la Casertana collezionò nella scorsa stagione. Tanti motivi utili a caricare di significati una partita già densa di emozioni per via della rivalità sportiva che divide le due piazze calcistiche. E poi, c'è bisogno di entusiasmo in vista della presentazione del progetto nuovo stadio programmata dalla società per il 12 dicembre prossimo. Da ieri, sul nuovo sito ufficiale del club, sono aperte le iscrizioni per partecipare all'evento.

Nel giro di poche ore oltre cinquecento tifosi hanno prenotato il loro posto per la serata che svelerà il drappo sui grafici del nuovo stadio. Un numero impressionante che conferma quanto la città attenda con entusiasmo di conoscere le idee di D'Agostino e Ciuffarella sull'impianto del futuro. Qualcosa in settimana l'ha svelata il sindaco Marino confermando le indiscrezioni che circolavano in città. Lo stadio comprenderà anche l'area su cui insiste il circolo del tennis che verrà delocalizzato su altro terreno di proprietà del Comune unitamente alla pista d'atletica. Al di la dell'entusiasmo, quello che colpisce nel tono del sindaco, però, è la intima convinzione che il nuovo Pinto vedrà la luce. Si farà, ha detto Marino a più riprese quasi anticipando il voto favorevole che il Consiglio comunale, come da normativa, dovrà esprimere sul project financing della Casertana. L'idea stadio nuovo, pare, alletta tutta la politica cittadina indipendentemente dagli schieramenti e dai colori. Insomma, il progetto, peraltro già condiviso con i tecnici comunali e con il sindaco in un lungo percorso di valutazioni iniziato ormai da qualche mese, potrebbe vedere la luce. E tra i tifosi c'è grande entusiasmo e curiosità come conferma l'eccezionalE.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA