Casertana, Silva in recupero
per risolvere le falle in difesa

Mercoledì 15 Gennaio 2020 di Domenico Marotta
Silva sta meglio e potrebbe tornare in campo già domenica contro il Francavilla. Ginestra incrocia le dita perché con Adamo ancora squalificato e Longo costretto a centrocampo per sostituirlo, il rientro del centrale risolverebbe un bel problema difensivo. La partita di Cosenza contro il Rende ha evidenziato per l'ennesima volta come l'inesperienza delle seconde linee del reparto arretrato possa costare caro. Domenica la frittata l'ha cucinata Clemente mescolando una marcatura non perfetta su Giannotti in occasione del primo gol e un fallo da rigore evitabile in occasione del secondo. E non sono i primi infortuni capitati al 21enne pugliese che già contro il Francavilla e il Teramo ha commesso errori gravi. Clemente, che in carriera aveva giocato in prevalenza in mediana, è un adattato nel ruolo: Ginestra lo sta schierando in difesa un po' per sopperire all'assenza di Lame, ormai out da inizio stagione, un po' perché Ciriello non sembra dare le giuste garanzie di affidabilità vista la giovane età. Spesso il tecnico, per sopperire alle assenze dei titolari in difesa, ha fatto ricorso anche a Longo che però è un esterno di centrocampo e che, come detto, a Cosenza contro il Rende ed anche domenica prossima dovrà giocare più avanti vista l'assenza di Adamo per squalifica. Insomma, confermando i timori di inizio campionato, il gruppo delle alternative per la difesa non pare all'altezza dei titolari e la Casertana questo limite lo ha pagato a caro prezzo in termini di punti. Per fortuna il mercato di riparazione è aperto per altre due settimane e tempo per rimediare ce n'è.
VIOLANTE A CACCIA
Ieri e lunedì Violante è stato impegnatissimo, tanto da non rispondere alle telefonate, come invece di consueto. Qualcosa bolle in pentola e chi sa che il responsabile dell'area tecnica rossoblù non abbia in canna qualche altro colpo in entrata dopo l'ingaggio del portiere Cerofolini. Dopo la ripresa degli allenamenti disputata ieri al Pinto, dall'infermeria non sono arrivate altre notizie di rilievo. Lezzi e Laaribi hanno ancora lavorato a parte mentre tutti gli altri erano a disposizione del tecnico. Non preoccupano, però, le assenze di mediana dove invece le alternative a disposizione di Ginestra sono abbondanti e di qualità. E lo stesso discorso vale per l'attacco dove l'esplosione di Starita ed i rientri di Castaldo e Floro Flores danno ampie alternative al tecnico. Solo un tassello da aggiungere sul mercato, insomma, e la Casertana potrà affrontare con estrema serenità il girone di ritorno. Delle prossime cinque gare di campionato quattro si giocheranno al Pinto ed i falchetti dovranno mettere in cascina tanti punti in modo da assicurarsi la salvezza con ampio anticipo. Si comincia domenica alle 15 contro il Francavilla, l'arbitro sarà Longo di Paola, poi mercoledì il Potenza.
LA MOSTRA STORICA
Il fine settimana però sarà a tinte rossoblù anche per la mostra storica delle maglie della Casertana organizzata dal portale Casertanalive. L'evento, in programma sabato domenica e lunedì si svolgerà al Circolo Nazionale di Piazza Margherita, luogo dove Mimì Bluette nel 1908 fondò la prima squadra di calcio cittadina. Saranno esposte oltre 70 tenute di gara storiche del club rossoblù grazie alla disponibilità dei collezionisti e giornalisti Giovanni Fiorentino, Massimo Iannitti e del tifoso Michele Farina soprattutto. Tanti altri tifosi parteciperanno all'evento. Un salto nel passato e nel presente dei colori della Casertana che riporterà alla mente i grandi giocatori che in passato hanno vestito la casacca dei falchetti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA