Campilongo: «Contro il Bisceglie
voglio una Cavese “garibaldina”»

Venerdì 29 Gennaio 2021 di Giuliano Pisciotta
Campilongo: «Contro il Bisceglie voglio una Cavese “garibaldina”»

«Vorrei vedere una Cavese “garibaldina”, cattiva e arrabbiata alla ricerca di questa vittoria che manca da così tanto tempo». Il messaggio di Sasà Campilongo è chiaro: gli aquilotti sono chiamati a sfruttare lo scontro diretto casalingo col Bisceglie, per ritrovare 3 punti che mancano proprio dalla gara d'andata contro i nerazzurri pugliesi.

Un giusto premio per il lavoro fatto dalla squadra e pure dalla società, costretta a rivedere in toto le scelte del calciomercato estivo. «Una vittoria sarebbe fondamentale per la cavalcata che dovremmo fare da qui a fine campionato per ottenere la salvezza - ha aggiunto l'allenatore biancoblu -. Vincere ci aiuterebbe a ritrovare morale e fiducia, per farci poi lavorare con massima serenità in vista del prosieguo della stagione. Una serenità che ci permetterebbe poi di andarci a giocare la partita di Bari senza nulla da perdere».

Un occhio all'avversario, «squadra giovane e sbarazzina a cui piace molto giocare sulle ripartenze. Su questo aspetto abbiamo lavorato in settimana e speriamo di non concedere nulla agli avversari in questo senso. Per quanto riguarda noi, si sono visti diversi miglioramenti nelle gare con Avellino e Vibonese, ma è chiaro che manchi ancora qualcosa per crescere ulteriormente».

In conclusione, Campilongo accoglie favorevolmente gli ultimi innesti di Lancini, Natalucci e Gerardi, «atleti che ben si adattano al sistema di gioco della Cavese».

© RIPRODUZIONE RISERVATA