Casertana-Cavese senza Zito:
infortunio alla caviglia sinistra

Sabato 29 Febbraio 2020 di Riccardo Marocco
Anticipo serale oggi per la Casertana che al Pinto (inizio ore 20.45) affronterà la Cavese dell'ex Sasà Campilongo (che andrà in tribuna perché squalificato). Compagine rossoblù ovviamente alla ricerca di una vittoria fondamentale, soprattutto sotto il profilo psicologico e che ormai manca da due mesi e mezzo. «È già da un po' che meriteremmo di vincere - dice il tecnico della Casertana, Ciro Ginestra - ma in questo periodo non ci gira nulla per il verso giusto. L'unica cosa positiva è che quando giochiamo fuori casa, riusciamo a esprimere un buon calcio, ma non riusciamo a portare niente a casa per errori individuali, oltre che per episodi sfortunati, come, ad esempio, il rigore inesistente subito mercoledì contro la Sicula Leonzio e che ci è costata la vittoria».

Qualche errore di troppo, ma anche una squadra che in questa stagione si è vista rimontare troppe volte. «Ultimamente questo dato - prosegue Ginestra - si può spiegare con il fatto che la squadra non è serena, che si fa prendere dall'ansia della vittoria. In questo momento, la squadra fa fatica a reagire all'episodio negativo. Il fatto è che non abbiamo la mentalità di giocare per salvarci, ma che deve arrivare ai play off. È forse è per questo che non siamo riusciti a portare a casa quelle partite in cui eravamo avanti nel punteggio ma che ci ha visti rimontati». Ad ogni modo, lo stesso Ginestra presenta la ricetta per battere stasera la Cavese, compagine che in classifica sopravanza i falchetti con cinque punti di margine. «Dobbiamo arrivare al risultato - conclude il tecnico rossoblù - attraverso una prestazione maiuscola, gagliarda, cattiva. Se poi ci mettiamo anche un buon calcio, tanto meglio. In questo momento, però, ci interessa arrivare quanto prima alla soglia dei quaranta punti». Per quanto concerne la formazione che scenderà in campo, sarà una Casertana piuttosto incerottata quella che si presenterà all'appuntamento di stasera. Diverse, infatti, le assenze e i giocatori in dubbio come i centrocampisti Laaribi e Lezzi le cui condizioni saranno valutate nelle ore immediatamente precedenti l'inizio della partita. Uno dei due, comunque, stringendo i denti, dovrebbe scendere in campo e impiegato in cabina di regia al posto dello squalificato Santoro che, come l'altro centrocampista Tascone, è stato appiedato per un turno dal giudice sportivo per raggiunto limite di cartellini gialli.

Non sarà della gara anche Zito, infortunatosi alla caviglia sinistra nel primo tempo della gara contro la Sicula Leonzio, così come l'esterno Zivkov, quest'ultimo alle prese con qualche linea di febbre. Ancora fuori gioco, infine, capitan Rainone dopo la frattura alle ossa nasali, ricordo di uno scontro di gioco in occasione del match di domenica scorsa contro la Vibonese. Fermo anche il giovane attaccante Cavallini. Confermato il terzetto difensivo, Paparusso si gioca con Adamo un posto da titolare sulla fascia sinistra, mentre Varesanovic dovrebbe tornare titolare nell posizione di interno sinistro. Confermati, invece, Longo e D'Angelo. La Casertana, pertanto, potrebbe scendere in campo con Crispino in porta; Petta, Silva e Caldore a formare il terzetto difensivo; a centrocampo Laaribi davanti alla difesa affiancato da D'Angelo e Varesanovic, mentre Longo e Paparusso agiranno sulle corsie laterali; in attacco, infine, spazio al tandem composto da Starita e Castaldo. Ultimo aggiornamento: 17:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA