Casertana, missione sorpasso: Picerno nel mirino

La seconda in classifica dista appena due punti

Casertana, missione sorpasso: Picerno nel mirino
Casertana, missione sorpasso: Picerno nel mirino
di Riccardo Marocco
Venerdì 8 Dicembre 2023, 10:21 - Ultimo agg. 11:17
4 Minuti di Lettura

La partita con il Foggia e tutto quanto è accaduto intorno durante la gara sono ormai alle spalle. Il calendario non concede tregua alla Casertana che già oggi scende in campo per affrontare il Picerno, formazione rivelazione del campionato attualmente seconda a tre punti dalla vetta e con un margine di due lunghezze sulla formazione rossoblu, che la segue al terzo posto. Nel settore ospiti del "Donato Curcio", scenario del confronto di questo pomeriggio (ore 17), non saranno presenti i tifosi rossoblu per il divieto di trasferta imposto loro Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive (Casms) su segnalazione dell'Osservatorio del Viminale che ha ritenuto la gara a rischio per l'ordine pubblico, probabilmente condizionato dai fatti avvenuti lunedì sera.

Tornando al match di questo pomeriggio si affrontano due squadre che in questo momento, a detta di molti, stanno esprimendo il miglior gioco, anche se su quest'aspetto il tecnico della Casertana Vincenzo Cangelosi è solo parzialmente d'accordo. «Potrebbe venir fuori una bella partita dice l'allenatofre perché siamo due squadre che esprimono un calcio piuttosto simile. Però ci sono altre squadre che giocano bene, per cui non direi che il bel gioco sia esclusiva nostra e del Picerno. In ogni caso, sarà per noi una partita complicata perché il Picerno, soprattutto sul suo campo, riesce a fornire ottime prestazioni.

Ha entusiasmo e il non trascurabile vantaggio, secondo me, di non avere grandissime pressioni psicologiche perché consapevoli di stare facendo in questo momento un qualcosa di straordinario. C'è, poi, un altro dato da considerare, cioè che i giocatori del Picerno si conoscono assai bene tra loro poiché stanno insieme ormai da un paio di anni. Per noi, in ogni caso, questa partita non rappresenta di certo un crocevia del nostro cammino, ma solo il diciassettesimo impegno di campionato».

Il match di Picerno rientra in una giornata particolarmente interessante per le zone alte della classifica in considerazione gli scontri diretti tra Benevento e Avellino al "Vigorito" e tra Crotone e Juve Stabia in terra calabrese. Da segnalare che per questa ultima gara è stato disposto il divieto di trasferta per i sostenitori della capolista. «In questo turno di campionato ci sono diversi scontri diretti dice Cangelosi ma da qui alla fine del girone d'andata ci saranno ancora altre partite importanti. Quando, però, inizierà il girone di ritorno, soprattutto per effetto dell'avvio della finestra invernale del calciomercato, tante squadre andranno a migliorarsi. Insomma, inizierà un torneo nuovo in cui diverse formazioni potranno recuperare terreno in classifica. In questo momento la nostra concentrazione è dedicata esclusivamente sul singolo impegno che il calendario ci propone. Poi vedremo cosa succederà in seguito».

Ancora assenti gli ormai lungodegenti Soprano e Carretta e con Casoli che oggi sconta il secondo e ultimo turno di squalifica per l'espulsione diretta rimediata nel match di Taranto, con ogni probabilità ci sarà una riedizione dell'undici iniziale visto all'opera contro il Foggia, anche se Cangelosi lascia intravedere qualche dubbio al riguardo. «Stiamo valutando la situazione conclude il tecnico anche perché c'è da considerare che siamo scesi in campo pochi giorni fa. C'è qualcuno un po' acciaccato, conseguenza dello sforzo profuso nella partita contro il Foggia. Damian ha iniziato a lavorare con il gruppo ma senza forzare».

Per Damian, quindi, ancora un turno in panchina con la possibilità, tuttavia, di vederlo in campo il 18 dicembre nel derby con il Giugliano. A ogni buon conto, la Casertana dovrebbe partite con l'ormai collaudato 4-3-3 che prevede l'impiego di Venturi in porta; in difesa Celiento e Sciacca centrali con Calapai e Anastasio ai lati; a centrocampo Proietti in cabina di regia assistito dalle mezzali Matese e Toscano; in attacco, infine, Montalto terminale offensivo di riferimento con Tavernelli e Curcio esterni.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA