Casertana, in 18 al raduno:
assenti Castaldo, Zito e D'Angelo

Mercoledì 19 Agosto 2020 di Domenico Marotta
Diciotto calciatori in tutto, la metà proveniente dalla Berretti. Al terzo giorno di pre-raduno la truppa di Guidi è ancora lontana dall'essere al completo e di D'Angelo, Zito, Castaldo e Crispino, ad Arienzo non c'è neppure l'ombra. I quattro esperti, in rotta con la società ormai da aprile per via della grana stipendi, sono in lista d'uscita e, pare evidente, non sono stati neppure convocati per questa prima fase del pre-campionato.

I reduci della passata stagione a disposizione del nuovo tecnico sono i giovani Cavallini, Origlia, Ciriello e Matese ed i più esperti Santoro, Petta e Varesanovic. A loro si aggiungono i portieri Avella di rientro dal prestito al Messina e con due stagioni da titolare in D sulle spalle e Zivkovic praticamente mai impiegato in prima squadra. Per il resto, lo staff tecnico sta allenando la Berretti che l'anno scorso era affidata a Pezzella (oggi tecnico del Nola in D) e che in questa stagione sarà guidata dall'ex Marcianise Angelo Valerio.

A completare la truppa dei diciotto, infatti, ci sono solo giovanissimi tra cui spiccano i nomi di Gambino e Longobardo che hanno già fatto in passato qualche brevissima apparizione in prima squadra. Amoroso, Andreassi, De Vivo, Di Martino, Petito, e Vitolo gli altri componenti del gruppo. Completato il primo giro di tamponi, tutti i calciatori sono risultati negativi all'infezione da Coronavirus e ieri pomeriggio, al campo di Arienzo, seppur a scaglioni, la truppa al completo era a disposizione dell'allenatore Guidi. Allo stadio ha fatto un salto anche il medico sociale Agnano con una cartellina ben corposa sotto il braccio. È il calcio al tempo del Coronavirus: porte chiuse per i tifosi, anche se qualcuno faceva capolino dalla recinzione dell'impianto di Arienzo, e allenamenti tarati sulla prevenzione della diffusione del virus. Guidi ed il suo staff al completo hanno seguito ogni fase del lavoro dei calciatori.

Gli atleti, peraltro, almeno ad un esame visivo non sembrano aver risentito del lungo periodo di inattività che dura da oltre cinque mesi e tutti si sono presentati al pre-raduno con un fisico asciutto, forse anche aiutati dalla giovane età. Menzione a parte merita Petta che dall'alto dei suoi 28 anni è di gran lunga il decano del gruppo attualmente a disposizione di Guidi ed ha dimostrato di aver fatto vita di atleta anche durante il lockdown. La squadra ha sostenuto una prima fase di lavoro muscolare mentre i portieri Avella, Zivkovic e Amoroso (classe 2002 di rientro dal prestito al Cervinara in Eccellenza) si allenavano tra i pali con il preparatore Luciano Tarallo: per loro un'esperienza importante visto che il mister proviene dal Napoli e che fino a poco tempo fa lavorava quotidianamente con estremi difensori del calibro di Reina. Il clima al campo di allenamento è sereno.

Più faticoso il lavoro di scrivania del direttore sportivo Violante. Trascorsa la settimana di Ferragosto nei prossimi giorni ci sarà da intensificare il lavoro sul calcio mercato. Chiudere il capitolo con Zito, D'Angelo e Castaldo è l'impresa più ardua, poi via alle operazioni in entrata. Qualche eccezione, comunque, ci sarà perché sembra imminente l'annuncio dell'ingaggio del giovane terzino scuola Roma Valeau.  © RIPRODUZIONE RISERVATA