Casertana in ritiro in Calabria:
al vaglio due ipotesi sulla Sila

Domenica 23 Agosto 2020 di Domenico Marotta
Nuova ipotesi per la sede del ritiro della Casertana. La dirigenza sta vagliando l'opportunità di portare la squadra in Calabria a partire dal primo o dal due di settembre. Le località all'esame del club di Corso Trieste sono un paio, entrambe sulle alture della Sila. Molto dipenderà dalle decisioni del Governo e della Lega sull'eventuale allentamento dei protocolli anti Coronavirus già molto meno onerosi per costi e accorgimenti tra i dilettanti. Resta comunque in piedi l'ipotesi del ritiro in sede, ad Arienzo, dove la squadra si sta già allenando da una settimana. Con i recenti ingaggi di Petruccelli, Valeau e De Sarlo la rosa della Casertana conta attualmente su ventuno calciatori, nove dei quali in prova dalla Berretti.

Da lunedì si aggregheranno al gruppo anche Castaldo, D'Angelo e Zito che in mattinata sosterranno le visite mediche. Con loro, forse, anche Crispino (ma sul portiere c'è il pressing del Catanzaro e del Padova) il giovane Lezzi e Longo che dovrebbe aver guadagnato il rinnovo automatico per le partite disputate. Da più parti, poi, danno per imminente l'ingaggio di un altro paio di calciatori di esperienza. Secondo voci diffuse dal web, uno di questi dovrebbe essere il centrocampista 25enne Tanasiy Kosovan. Per lui trascorsi soprattutto in serie D e nelle serie minori del suo paese, l'Ucraina, prima della prima stagione da professionista disputata quest'anno con la maglia del Picerno. Mancino di buona propensione offensiva Kosovan ha disputato 30 partite segnando tre reti. Sono attese a breve novità ufficiali anche per quanto riguarda la scuola calcio con la nomina dei nuovi allenatori e di Angelo Valentino (ex mister dei 2009) come nuovo responsabile del settore. Già definito, invece, in settimana, l'organigramma della scuola calcio. Ai vertici dell'organizzazione Violante ha scelto basandosi sull'esperienza da calciatore professionista di Antonio Floro Flores e sulla fiducia personale che ripone nel tecnico dell'under 16 Angelo De Siero. Quest'ultimo, compaesano del diesse della Casertana e titolare di un'edicola a San Prisco, non ha grandi trascorsi da allenatore ma si è fatto ben volere nella passata stagione dalla dirigenza rossoblù. Più giovane ed anche più esperto il tecnico della Berretti Angelo Valerio. Dopo varie esperienze da allenatore nelle scuole calcio casertane è passato tre anni fa ad allenare i senior guidando per una breve parentesi l'Hermes Casagiove. Nella stagione successiva l'inizio dell'avventura al Marcianise con cui Valerio ha vinto un campionato di Promozione e guidato con risultati soddisfacenti la squadra fino a gennaio scorso in Eccellenza prima di lasciare l'incarico con la salvezza ormai acquisita. Vasta esperienza anche per l'altra new entry del settore giovanile Pasquale Migliaccio a cui è stata affidata la guida della squadra under 15. Per lui un passato di discreto blasone come collaboratore di Iezzo alla Primavera dell'Avellino quando i lupi erano in serie B e di Gennaro Sorano alla formazione under 15 del Napoli. Simone Battistelli, confermato dalla scorsa stagione, sarà l'allenatore dell'under 14.

A Floro Flores il compito di allenare l'under 17, come era noto ormai da tempo e soprattutto di coordinare il lavoro degli altri suoi colleghi. L'ex attaccante ha lasciato il calcio giocato solo pochi mesi fa ma ha subito fatto sapere di voler intraprendere la carriera da allenatore. La sua famiglia vive a Udine ma lui ha scelto Caserta perché ha avviato un'attività imprenditoriale nella sua Napoli e perché è stuzzicato dall'ambizione del progetto stadio. D'altronde il suo storico mentore Paolo Palermo è l'uomo che ha fatto da tramite tra D'Agostino e Ciuffarella creando il contatto che ha dato impulso alla realizzazione del progetto nuovo Pinto.  © RIPRODUZIONE RISERVATA