La Casertana si arrende alla Turris:
è amaro il ritorno allo stadio Pinto

Domenica 1 Novembre 2020 di Raffaella Ascione

Un derby vibrante, agonisticamente intenso, spigoloso quanto basta. È una girandola d’emozioni la sfida del Pinto fra Casertana e Turris. La spuntano i corallini, che s’impongono con un sonoro 4-2. Falchetti colpiti nel primo tempo da due ex, Giannone e Romano; di mezzo, il momentaneo pari targato Gigi Castaldo. Nella ripresa Izzillo riporta in gara la Casertana, che poi affonda sotto i colpi di Franco e Pandolfi. Amaro ritorno a casa per i rossoblù – il nuovo manto sintetico del Pinto offre un bel colpo d’occhio – che devono ancora rinviare l’appuntamento con la vittoria.

Modulo speculare per i due tecnici, che partono con il 4-3-3: nella Casertana c’è il rientrante Gigi Castaldo in campo fin dal primo minuto; nella Turris confermato l’incontenibile Da Dalt ad agire a sinistra nel tridente, completato da Giannone e Persano.

Nove minuti ed è subito vantaggio Turris: l’ex Giannone fulmina Dekic con un sinistro dalla distanza che si insacca all’angolino. I corallini rischiano di pungere in un paio d’occasioni in ripartenza – Da Dalt è una spina nel fianco – ma al 20’ incassano il pari firmato Castaldo, a segno di testa su cross pennellato dalla trequarti. La gara è viva e regala diverse emozioni: alla mezz’ora Da Dalt sfiora il palo con un velenoso colpo di testa; una manciata di minuti più tardi Icardi calcia incredibilmente alle stelle da posizione favorevole. Al 42’ la Turris colpisce con un altro ex: Romano – particolarmente beccato dalle gradinate del Pinto – va di testa su cross al bacio di Da Dalt e fa 2-1.

Nella ripresa subito un cambio per la Turris: dentro Fabiano a rilevare un Signorelli parso in difficoltà in qualche frangente. L’avvio della Casertana è deciso. Nel primo quarto d’ora, un’occasione per parte: per i falchetti pericoloso Pacilli, mentre per la Turris spreca Romano. Poi il pari rossoblù targato Izzillo, che insacca al volo su sponda di Castaldo. la rete non scompone i corallini, che la chiudono in quattro minuti. Al 21’ Persano viene messo giù in area da un ingenuo Setola su cross – nemmeno a dirlo – di Da Dalt e propizia il penalty poi magistralmente realizzato da Franco (palla da una parte, portiere dall’altra); al 25’ un’altra pennellata di Da Dalt innesca il neo entrato Pandolfi, che non deve far altro che appoggiare in rete. La Casertana potrebbe riaprirla al minuto 35, quando il direttore di gara sanziona con il penalty un intervento di Loreto su Pacilli. Dal dischetto l’esperto Castaldo: Abagnale intuisce l’angolino e neutralizza, blindando i tre punti.

Il successo consente alla Turris di restare agganciata ai quartieri alti, a braccetto con Bari e Avellino; la Casertana resta invece relegata nei bassifondi della classifica, ancora a secco di vittorie.

Ultimo aggiornamento: 21:35 © RIPRODUZIONE RISERVATA