Casertana, poker di rinforzi:
arrivano anche Cavallini e Origlia

Venerdì 11 Settembre 2020 di Domenico Marotta
Problemi burocratici ritardano gli annunci ma la Casertana ha già pronti quattro nuovi acquisti. Oltre a Setola e Carillo che sono in gruppo già da diversi giorni e con cui il club ha già trovato l'accordo, sono stati avvistati a Caserta altri due nuovi calciatori sul cui nome c'è il massimo riserbo. Domani, ricevuto l'esito del secondo tampone, dovrebbero allenarsi ad Arienzo con i compagni di squadra.

Sei o sette, inclusi i due mister x, questo il numero di calciatori che la Casertana deve ingaggiare per completare la rosa, a patto di conservare i big. Con le eventuali conferme di Zito, D'Angelo e Castaldo, mancano solo pochi ruoli da coprire. I terzini di piede destro in primo luogo: ne servono uno o due ma tutto dipende dalla eventuale e per nulla scontata conferma di Longo che, in ogni caso, nel ruolo, sarebbe adattato. Poi un centrale di difesa per completare con Petta, Carillo e Ciriello il gruppo dei quattro, una mezz'ala, un'attaccante esterno ed una punta di riserva per Castaldo. Di over ne servono uno, al massimo due. Violante punta ad occupare la casella del terzino destro con un calciatore in età utile per il minutaggio. Da quest'anno, per accedere al bonus, serve schierarne almeno quattro, tre per tutta la gara. Tre ruoli sono già occupati dagli under: la porta da uno tra Avella e Dekic, il terzino sinistro con Valeau e Setola a giocarsi il posto ed il regista con Santoro. Pare, poi, che nello schieramento di base la Casertana abbia deciso di affidare ad un under anche uno dei due ruoli di esterno d'attacco. In squadra ci sono Cavallini e Origlia e in allenamento il mister Guidi ha mostrato una particolare attenzione per il primo. Scelto da Violante dalla Primavera del Foggia l'estate scorsa, Cavallini è universalmente riconosciuto come un talento cristallino: un purosangue che ha bisogno di essere tatticamente domato per perfezionarsi. Magari tanto da affidargli una maglia da titolare sull'esterno destro offensivo (la sinistra andrebbe a Zito) e dunque a Violante non resterebbe che trovargli un'alternativa ulteriore con Origlia possibile vice sinistro. Guidi d'altronde, ama giocare con gli esterni offensivi a piede invertito ed anche questa è un'indicazione importante. Anche il vice Castaldo potrebbe essere un under e dunque i due over ballano tra il ruolo di centrale, di mezz'ala o di attaccante di rincalzo. Di sicuro la rosa non è lontana dall'essere completa.

E poi resta concreto il rischio che la stagione cominci il cinque ottobre anziché, come al momento programmato, il 27 settembre. Il presidente della serie C Ghirelli ha confermato che il torneo comincerà il 27: è certamente suo intento ma molto dipende dalla giustizia sportiva. Oggi c'è la sentenza d'appello sul caso Bitonto-Picerno: salvo ribaltoni verranno confermate le retrocessioni di entrambe le società in serie D. Poi bisognerà decidere le riammissioni in terza serie ed anche questa decisione non appare pacifica. La fiducia di Ghirelli si scontra con i tempi ordinari della giustizia sportiva ma non è detto che alla fine non accada un miracolo. La Casertana e gli altri club restano alla finestra. Magari facendo anche il tifo per un rinvio: ci sarebbe più tempo per ultimare la preparazioni precampionato e le operazioni di mercato entrambe rese farraginose dall'epidemia. E poi, chi sa, il Comitato tecnico scientifico potrebbe decidere di riaprire gli stadi già da ottobre. © RIPRODUZIONE RISERVATA