Cavese, a Foggia non basta il cuore:
aquilotti ko e classifica disastrosa

Domenica 14 Marzo 2021 di Giuliano Pisciotta
foto Davide Gallo

Ha fatto quel che ha potuto, ci ha provato fino alla fine, ma al triplice fischio ha incassato la sedicesima sconfitta stagionale. Cavese ko di misura allo Zaccheria con il Foggia, al termine di un match giocato con carattere, ma probabilmente condizionato in maniera netta dalle conseguenze del recente focolaio Covid.

Campilongo infatti aveva a disposizione soli 18 uomini, tra i quali il difensore Gega mai impiegato dal 1' in precedenza e altri, invece, rientrati ad allenarsi da soli tre giorni. Nell'undici iniziale, schierato con un 3-5-2, tornano titolari anche il portiere Russo, il centrocampista De Marco, il jolly Nunziante e capitan De Rosa.

Attenuanti molto forti per la formazione biancoblu, scesa in campo con il pensiero rivolto alle condizioni del viceallenatore Antonio Vanacore, da diversi giorni ricoverato in condizioni serie proprio a causa del Covid. Al “secondo” di Campilongo era infatti dedicata la t-shirt con cui la squadra ha fatto ingresso in campo. «Mister Vanacore non mollare. Siamo tutti con te», il testo stampato sulla maglietta.

I satanelli vincono per 1-0 grazie a un gol di Balde a metà della prima frazione sugli sviluppi di un corner, legittimando il successo con altre occasioni costruite da Garofalo - due parate di Russo - e D'Andrea. Agli aquilotti non è bastata la prestazione di cuore, con le palle-gol confezionate da Matera - deviazione di Fumagalli in corner - e Cuccurullo. 

E il ko fa ancora più male guardando all'inatteso successo del Bisceglie sul campo della Casertana. Un risultato che allunga a 8 punti il distacco della Cavese, ultima della classe, dalla coppia formata proprio dai nerazzurri pugliesi e dalla Paganese. Al netto di due gare da recuperare con Potenza e Ternana, i biancoblu sono chiamati ora a un miracolo per evitare la retrocessione diretta in Serie D.

Ultimo aggiornamento: 15 Marzo, 06:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA