Cavese, per Maiuri «pari giusto»:
qualche dubbio in vista della Turris

Domenica 20 Dicembre 2020 di Giuliano Pisciotta

«Il gol preso nel finale ci lascia un po’ di rammarico, ma tutto sommato il pareggio è stato giusto». Il sunto del “Maiuri-pensiero” dopo il terzo pari di fila per la sua Cavese, in trasferta contro il Teramo.

«Abbiamo giocato per vincere, non certo pensando a chiuderci. Gli avversari ci hanno messo sovente in difficoltà, viste loro grandi qualità tecniche. Ma forse possiamo considerare questa gara anche come un’occasione sprecata. Continuando così potremo dire la nostra in questo campionato, ma resta il fatto che ci servono i tre punti come il pane».

Maiuri elenca i “numeri” al passivo degli aquilotti, che hanno incassato «cinque gol in cinque partite, dei quali quattro su calci piazzati e il quinto con una gran conclusione da 25 metri all’incrocio dei pali». Anche a Teramo, sul gol del pareggio, è emerso qualche difetto, ma il tecnico non ne fa un dramma, visti i progressi evidenziati dal gruppo quanto ad approccio mentale e tenuta fisica contro il quotato avversario. 

Mercoledì si ritornerà già in campo, ancora in trasferta e al cospetto di una Turris che oggi ha sfiorato l’impresa a Terni, sgambettando comunque la capolista al Liberati. Impegno sicuramente duro, da affrontare considerando anche il gran dispendio di energie nella gara del Bonolis. Maiuri non anticipa idee di turnover, evidenziando però che «ci sarà da valutare le condizioni di Cuccurullo, alle prese con un problema muscolare».

Sicura invece l’assenza forzata di Senesi, che in rifinitura aveva subito una forte distorsione e per il quale si prevede un rientro solo dopo la sosta natalizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA