Cavese, non basta Germinale:
a Catanzaro aquilotti ancora ko

Domenica 22 Novembre 2020 di Giuliano Pisciotta

Una buona Cavese crolla nella ripresa contro il Catanzaro, rimediando l'ottava sconfitta stagionale, terza consecutiva dopo il pirotecnico pareggio contro il Potenza.

Termina 2-1 per i calabresi, che trovano nella ripresa le due reti decisive. Nel primo tempo, dopo la traversa colpita da Di Massimo al 5', i biancoblu di Maiuri - squalificato e sostituito in panchina dal suo vice Scotto - tengono botta e provano a colpire di rimessa. Due le occasioni più nitide create dalla Cavese, con Esposito e Russotto che vedono respinte le loro conclusioni.

Nella ripresa, sotto un'abbondante pioggia, il Catanzaro alza ulteriormente ritmi e baricentro, di fatto costringendo i metelliani nella loro metà campo. Al quarto d'ora il punteggio si sblocca, con un terra-aria di Risolo dal limite dell'area imparabile per Bisogno.

Toni agonistici alti, ma poco lavoro per i due portieri. La Cavese prova a rimettere in sesto la gara con Senesi e Russotto, ma nelle ultime battute il Catanzaro chiude i conti. Di Piazza trova il suo primo gol "casalingo" col Catanzaro, capitalizzando un rapido contropiede.

Nel finale il calcio di rigore trasformato da Germinale, al rientro dopo il lungo esilio, rende meno amara la sconfitta per la Cavese per la quale è magra consolazione la concomitante sconfitta delle dirette concorrenti in zona rossa. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA