Cavese, il riscatto di Bisogno:
per mister Modica punto guadagnato

Lunedì 12 Ottobre 2020 di Giuliano Pisciotta

Un errore blu contro il Bari, l'esclusione iniziale nel derby del Marcello Torre e una parata in stile “Garellik” sul calcio di rigore dell'ex di turno Scarpa. Il riassunto degli ultimi 4 giorni di Luca Bisogno, portiere della Cavese che ieri ha blindato il pareggio esterno degli aquilotti contro la Paganese.

S'è rimesso i guantoni dopo l'espulsione di D'Andrea e s'è fatto trovare pronto, nonostante la “bocciatura” da parte di mister Modica. E proprio il tecnico ha elogiato la professionalità dell'estremo classe 2000, cresciuto nel vivaio biancoblu: «Sono contento per Luca, ha fatto il proprio dovere con grande senso di responsabilità. Ha accettato l’esclusione con grande professionalità e spero che questa prestazione possa restituirgli quella serenità che forse aveva smarrito. Ha fatto ottime uscite, parate importanti e so che potremo sempre contare su di lui».

L'allenatore ha parlato di punto guadagnato a Pagani, «visto come si erano messe le cose in campo. C'è un po' di rammarico per non averla giocata tutta in parità numerica, perché è vero che la Paganese ha fallito un rigore, ma è anche vero che noi abbiamo creato occasioni importanti con Nunziante e Vivacqua, oltre al gol annullato a De Paoli».

Progressi evidenti, «segno che la Cavese ha intrapreso un percorso ben delineato a partire dalla gara con il Bari. Abbiamo ancora calciatori da portare al top della forma e allora avremo ancor più modo di approfondire discorsi di tattiche e geometrie».

Intanto, lo staff medico metelliano dovrà valutare le condizioni di Esposito. Il centrocampista ha lasciato anzitempo il terreno di gioco per un problema a un ginocchio. Nelle prossime ore sarà più chiara l'entità dell'infortunio, coi relativi tempi di recupero.

Ultimo aggiornamento: 17:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA