Coppa Italia, la Casertana
passa il turno: Bisceglie ko 2-1

Giovedì 7 Novembre 2019 di Riccardo Marocco
La Casertana supera il Bisceglie per 2-1 e accede agli ottavi di finale della Coppa Italia di Serie C. Di Floro Flores al 37' della prima frazione di gioco e Starita al 44' della ripresa le reti del successo della compagine guidata da Ciro Ginestra, inframmezzate dal momentaneo pareggio del Bisceglie al 37' del secondo tempo a opera di Salvatore Longo. Successo tutto sommato meritato quello della Casertana, con gara più equilibrata e ricca di episodi nella seconda frazione di gioco. Nel prossimo turno, la formazione rossoblù affronterà il Catanzaro.

LA FORMAZIONE
Come previsto, il tecnico Ginestra ha attuato un ampio turn over a cominciare dal ruolo di portiere con il croato Zivkovic al posto di Crispino. Inedita anche la linea difensiva con il diciassettenne Ciriello affiancato da Clemente e Gonzalez. A centrocampo, poi, ritorno di Santoro davanti alla difesa affiancato da Laaribi e dal bosniaco Varesanovic, alla sua prima partita da titolare in questa stagione, mentre sulle corsie laterali spazio a Paparusso a destra e Zivkov sul versante opposto. In attacco, infine, misto gioventù-esperienza con il «millenial» Cavallini ad affiancare Floro Flores.

GLI INFORTUNATI
In tribuna gli infortunati Rainone e Silva oltre a Castaldo e Caldore ai quali Ginestra ha concesso un turno di completo riposo. Rossoblù subito pericolosi con Floro Flores che al 3', su cross leggermente deviato, di testa anticipa il difensore ospite ma la palla sfila di poco a lato. Al 6' è Varesanovic, su suggerimento dalla linea di fondo di Laaribi, a sfiorare il gol con una conclusione dal limite dell'area di rigore che termina di poco alta sulla traversa.
Dopo il promettente inizio, la gara vive di pochi sussulti con la Casertana a tenere maggiormente palla ma senza trovare il varco giusto per impensierire la difesa ospite. Al 37', però, il lampo di Floro Flores a rompere l'equilibrio. Cavallini con un delizioso tocco di esterno smarca l'ex Sassuolo che si presenta in perfetta solitudine davanti a Borghetto scartandolo in uscita per poi depositare agevolmente la palla nella porta ormai sguarnita.

LA REAZIONE
Sterile e inoffensiva la reazione del Bisceglie per cui si andava al riposo con la formazione di casa in vantaggio. La ripresa si apre con il Bisceglie proteso in avanti alla ricerca del pari e al 3' Camporeale, smarcato dal limite, sparacchia alto sulla traversa. Poco dopo (5') è Montero ad avere sui piedi la palla del pari ma la conclusione dell'attaccante del Bisceglie da posizione vantaggiosa si perde sul fondo. La risposta della Casertana arriva al 12' con un'insidiosa punizione calciata da Laaribi da posizione assai decentrata respinta con qualche difficoltà dal portiere avversario.

SPRINT FINALE
Il Bisceglie, però, si fa nuovamente minaccioso dalle parti di Zivkovic e al 21' Gatto, subentrato nella ripresa al posto di Montero, spreca una ghiotta occasione calciando a lato da pochi passi dopo una mischia in area di rigore. Al 33' Casertana vicinissima al raddoppio con un clamoroso doppio palo di Adamo da posizione assai defilata a raccogliere un tiro cross rasoterra di Zivkov. La gara si accende e al 36' tocca al Bisceglie sfiorare il gol ancora con Gatto sul quale Zivkovic è bravissimo deviare in angolo. Il pari del Bisceglie è rimandato solo di qualche attimo perché sul calcio d'angolo seguente Longo trova la deviazione vincente. Tutto da rifare, quindi, ma la Casertana trova la zampata vincente al 44' grazie a un guizzo di Starita, subentrato dieci minuti prima a Ciriello. La Casertana può festeggiare il passaggio del turno.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA